Escursione alle Tre cime di Lavaredo

Le Tre Cime di Lavaredo sono le vette simbolo dell’Alto Adige e sono state inserite tra i beni del Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Sorprendono per la loro imponenza regale e sono bellissime da vedere a qualsiasi ora del giorno e in qualsiasi stagione.

In questo articolo troverai utili indicazioni per l’escursione alle Tre Cime di Lavaredo che parte dal Rifugio Auronzo, a 2320 metri di altitudine, e passa per alcuni dei rifugi più panoramici della zona. Il trekking ha una durata di circa 4 ore ed è uno dei più frequentati grazie alla sua semplicità dal punto di vista tecnico.

Nell’articolo ti spiegherò come arrivare, dove parcheggiare, quale percorso scegliere e dove mangiare.

INDICE

Escursione alle Tre Cime di Lavaredo: itinerario ad anello

L’escursione alle Tre Cime di Lavaredo è un trekking semplice e adatto a escursionisti di ogni livello; si tratta di uno dei percorsi più frequentati delle Dolomiti grazie alla sua bellezza e al suo basso dislivello. Il sentiero è per lo più agevole e ben segnalato, perfetto non solo per gli escursionisti ma anche per le famiglie. Ovviamente bisogna ricordare che si tratta comunque di un sentiero di montagna e presenta quindi qualche piccola difficoltà per chi è poco abituato a fare escursioni.

Tre Cime di Lavaredo: partenza del percorso

L’escursione ad anello alle Tre Cime di Lavaredo parte dal parcheggio del Rifugio Auronzo, nei pressi del Lago di Misurina. Da qui si intraprende il sentiero 101, con vista panoramica sul lato sud del massiccio montuoso, e si prosegue per circa mezz’ora su un terreno sterrato e soleggiato.

Passando nelle vicinanze di un bosco, si giunge al Rifugio Lavaredo dal quale si ha una splendida vista sull’omonima valle.

Partenza-Escursione-tre-Cime-di-Lavaredo

Panorami mozzafiato sulle montagne

Il trekking prosegue in leggera salita lungo la strada sterrata che porta alla Forcella Lavaredo; qui si può finalmente ammirare la parete settentrionale delle Tre Cime di Lavaredo che si erge in tutta la sua maestosità. Questo è il punto più alto del percorso ed ha un panorama a 360 gradi su numerose montagne come il Teston Rudo (2737 m), la Croda dei Rondoi (2800 m) e la Torre dei Scarperi (2687 m).

Trekking-Tre-cime-di-Lavaredo-Forcella-Lavaredo

Verso il Rifugio Locatelli

Dopo aver fatto una breve pausa per ammirare il paesaggio, bisogna scegliere se proseguire verso le Tre Cime oppure svoltare a sinistra e intraprendere il sentiero che passa ai piedi del massiccio, arrivando direttamente alla Mala Lunga. La seconda scelta è più breve ma la prima è molto più bella da percorrere e conduce al Rifugio Locatelli.

Se si sceglie la prima opzione, bisogna proseguire in leggera discesa lungo la mulattiera e superare una sbarra metallica. Si abbandona quindi la strada sterrata e si imbocca un largo sentiero sulla destra che porta in pochi minuti al Rifugio Locatelli, a 2.438 metri d’altezza.

Qui si può fare una pausa ed ammirare le tre splendide cime: La Cima Piccola di Lavaredo (2857 m), la Cima Grande di Lavaredo (2998 m) e la Cima Ovest di Lavaredo (2973 m).

Dal rifugio si possono inoltre ammirare la stretta Valle Sassovecchio, la Val Fiscalina e alcune importanti cime come Crodon di San Candido (2891 m) e Cima Una (2698 m).

Escursione-tre-cime-di-Lavaredo-Rifugio-Locatelli

Lungo il sentiero 105

Il trekking prosegue sul sentiero 105 che conduce alla Mala Lunga, un piccolo punto di ristoro dove fare una breve pausa e rifocillarsi. Imboccando il sentiero sulla sinistra e affrontando qualche saliscendi, si giunge alle sorgenti del Fiume Rienza e a due laghetti alpini. In questo punto del percorso è piacevole fare una pausa per rinfrescarsi nelle gelide acque cristalline che sgorgano dalla montagna per poi proseguire fino a Col Forcellina. Si supera quindi un ripido ghiaione e si arriva alla Forcella Col di Mezzo.

Qui il sentiero si restringe un po’ e risulta essere abbastanza esposto. Passando affianco al versante occidentale del massiccio montuoso, si ritorna quindi al punto di partenza.

Escursione-Tre-cime-di-Lavaredo-sentiero

Difficoltà, chilometri e indicazioni sul sentiero

Il percorso è di media difficoltà, percorribile anche dai meno esperti a patto di avere il giusto abbigliamento e preparazione.

Ha una lunghezza totale di circa 10 chilometri, per circa 400 metri di dislivello. L’intero sentiero è ben segnato per cui basta dare un’occhiata su una mappa online prima di partire, per avere un’idea chiara del percorso da scegliere.

I tempi di percorrenza variano a seconda dell’allenamento e di quante pause si fanno. Noi abbiamo impiegato circa 4 ore per percorrere l’intero anello, comprese le pause per fare fotografie e sedersi a gustare il pranzo in malga. Tuttavia alcune persone lo percorrono in sole 3 ore e altre invece, meno allenate, anche in 5 ore. Personalmente ritengo che, non trattandosi di una gara, valga la pena godersi a pieno l’esperienza ed il panorama senza fretta. Ricordati di partire per tempo e buona camminata!

Dove mangiare lungo il sentiero attorno alle Tre Cime di Lavaredo

Sebbene sia mia abitudine portarmi il pranzo al sacco quando vado a fare un’escursione, in Alto Adige non riesco davvero a resistere al richiamo della malga.

Lungo l’anello delle Tre Cime di Lavaredo ci sono diversi luoghi in cui è possibile fermarsi a mangiare: il Rifugio Auronzo, il Rifugio Lavaredo, il Rifugio Locatelli e la Malga Langalm. I rifugi sono aperti indicativamente da fine giugno a fine settembre.

Rifugio Locatelli. Da questo rifugio si gode di un meraviglioso colpo d’occhio sulle Tre Cime di Lavaredo. Non ho avuto il piacere di provare la sua cucina, ma leggendo le recensioni online sembra tutto sommato buona. A mio avviso forse un pò troppo turistico e affollato, ma potrei sbagliarmi.

Malga Langalm. Più piccola rispetto ai rifugi, con una manciata di bei tavoli in legno all’aperto, questa malga è un luogo davvero magico in cui gustare un ottimo pranzo con vista sulle Tre Cime. Menu rigorosamente tipico e di qualità, servizio impeccabile.

Tre-cime-di-Lavaredo-Malga-Langalm

Trekking alle Tre Cime di Lavaredo con bambini: è consigliato?

Il trekking alle Tre Cime di Lavaredo è abbastanza semplice e si può tranquillamente fare anche con i bambini. Bisogna tenere conto però che si tratta pur sempre di un sentiero di montagna e presenta quindi qualche difficoltà. Alcuni tratti di sentiero risultano essere un pò ripidi e, percorrendo l’anello in senso antiorario, l’ultimo tratto che conduce al parcheggio è abbastanza stretto ed esposto. L’uso del passeggino è, a mio avviso, da escludere.

In che stagione e orario è meglio affrontare l’anello delle Tre Cime di Lavaredo?

Il sentiero alle Tre Cime di Lavaredo è percorribile sia in estate che in inverno.

Nel periodo estivo si consiglia di partire la mattina presto, per evitare le ore più calde, oppure nel pomeriggio, così da giungere al cospetto della parete settentrionale al tramonto, uno spettacolo assolutamente da non perdere.

In inverno il sentiero è solitamente ben battuto, per cui è possibile affrontare il trekking con le ciaspole; la vista delle Tre Cime è resa ancora più suggestiva dalla neve, quindi consiglio vivamente di provare questa esperienza.

Su queste montagne il clima può essere molto variabile per cui è sempre meglio controllare il meteo prima di partire.

Consigli per affrontare l’escursione al meglio

Alcuni rapidi consigli prima di affrontare l’escursione alle Tre Cime di Lavaredo in estate:

  • Indossa scarpe comode, idealmente da trekking, in alternativa da ginnastica con una buona suola
  • Ci sono diversi punti di ristoro, ma nel dubbio consiglio sempre di avere con sé acqua a sufficienza e uno snack
  • Se non si è particolarmente allenati, può essere utile avere con sé un buon paio di bastoncini da trekking
  • Controlla sempre le previsioni meteo prima di incamminarti
  • Nelle calde giornate estive può essere utile avere con sé un cappello e occhiali da sole
gita-Tre-cime-di-Lavaredo

Come arrivare alle Tre Cime di Lavaredo e dove parcheggiare

Come arrivare alle Tre Cime di Lavaredo? Raggiungere il Rifugio Auronzo, da cui parte l’escursione per le Tre Cime, è molto semplice ma bisogna arrivare per tempo perché questa zona è molto frequentata da turisti ed escursionisti.

Dove parcheggiare? Per evitare di non trovare posto nel parcheggio consiglio di arrivare la mattina presto oppure nel pomeriggio, quando gli escursionisti del mattino cominciano a rientrare.

Come arrivare alle Tre Cime di Lavaredo

Partendo da Cortina D’Ampezzo. Si attraversa il Passo Tre Croci e si giunge al Lago di Misurina. Da Misurina si imbocca una strada asfaltata a doppia corsia sulla sinistra; qui si paga un pedaggio per poter proseguire e in 10 minuti si arriva al parcheggio del Rifugio Auronzo.

Chi non vuole affrontare le numerose curve in macchina, può comodamente sfruttare gli autobus che partono da Misurina o da Dobbiaco.

Raggiungere le Tre Cime di Lavaredo da Sesto. È possibile prendere l’autobus di linea 446 fino a Dobbiaco per poi procedere con la navetta fino al rifugio Auronzo. Da Sesto c’è anche la possibilità di prendere la funivia Tre Cime che conduce direttamente al punto di partenza del trekking.

Dove parcheggiare: ticket e posteggi

Di fianco al Rifugio Auronzo c’è un largo spiazzo con numerosi posteggi dove parcheggiare il proprio mezzo. In estate la strada è molto trafficata, per cui si consiglia di salire in autobus o con le navette.

La strada per arrivare al parcheggio è a pedaggio.

Tariffe:

  • Auto 30 euro
  • Moto 20 euro
  • Camper 45 euro
  • Pedaggio gratuito per i portatori di handicap e per i ciclisti

Dove dormire nei dintorni delle Tre Cime di Lavaredo

Esistono diverse soluzioni per dormire nei dintorni delle Tre Cime di Lavaredo e poter visitare agevolmente alcune delle località più belle delle Dolomiti. Purtroppo (o forse per fortuna) nelle immediate vicinanze non ci sono paesi in cui soggiornare. Il paese più vicino è Misurina, a circa 10 km.

Non lontano si trova anche Cortina d’Ampezzo, dove abbiamo scelto di soggiornare all’Hotel Montana.

La regione di Cadore è un altro buon punto di appoggio, in quanto posizionata a ragionevole distanza dalle Tre Cime di Lavaredo. In quest’area si trovane gli affascinanti paesi di San Vito di Cadore, Pieve di Cadore e Auronzo di Cadore.

Un altro buon punto di appoggio potrebbe essere l’Alta Val Pusteria, in particolare San Candido e Dobbiaco, dove gli alloggi non mancano. Da questa grazioso paese è possibile raggiungere facilmente alcuni dei sentieri escursionistico più belli, compreso quello del Lago di Braies, oltre che il Lago di Landro e Brunico. In alternativa si può considerare anche di soggiornare a Sesto.


Hai trovato informazioni utili per affrontare l’escursione alle Tre Cime di Lavaredo?

Hai altre attività da suggerire o ti servono chiarimenti?

Lasciami un commento qui in fondo alla pagina!

Condividi l’articolo su Pinterest e sui social!

Escursione-Tre-Cime-Di-Lavaredo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.