Il Trenino di Casella: alla scoperta della storica Ferrovia Genova Casella

Sapevi che a Genova si trova la ferrovia storica ancora funzionante meglio conservata d’Italia? Si tratta del famoso Trenino di Casella. La ferrovia Genova – Casella procede lungo 24 km di binari a scartamento ridotto, collegando il centro di Genova con il suo immediato entroterra, regalando una meravigliosa vista panoramica sulla città e sul mare lungo il percorso.

Partendo dalla stazione di Manin, il treno procede lungo un percorso che attraversa i boschi, costeggia le pareti del monte procedendo sopra suggestivi ponti, e incrocia diversi borghi, fino ad arrivare a Casella. Scopriamo la storia della storica ferrovia Genova Casella, cosa vedere lungo il percorso, gli orari e come fare i biglietti.

La storia della ferrovia Genova Casella

Nella seconda metà dell’Ottocento si iniziò a studiare un modo per collegare in maniera più agevole Genova con il suo entroterra, ideando il progetto per una strada carrabile che da via Assarotti permettesse di valicare l’Appennino all’altezza di Crocetta di Orero, arrivando fino a Casella e raggiungendo quindi la Valle Scrivia. Questo progetto venne modificato più volte, introducendo l’idea della ferrovia.

La sua realizzazione iniziò il 26 giugno 1921, in concomitanza con la Prima Guerra Mondiale, partendo proprio da Casella. Come spesso accade in Liguria, le criticità legate alla morfologia del territorio rallentarono molto la realizzazione della ferrovia Genova Casella.

Per risparmiare, vennero utilizzati i materiali recuperati dal torrente Scrivia e, per superare le barriere naturali, costruiti piccoli ponti e gallerie. Finalmente, il 1 settembre 1929 la ferrovia fu ultimata e aperta per la prima volta al pubblico.

Dopo un periodo di inattività, il Trenino di Casella ha subito un ulteriore restauro in anni recenti e rimesso regolarmente in funzione. 

Ferrovia Genova - Casella
La Ferrovia Genova Casella

Il percorso della ferrovia Genova Casella: tutte le fermate

La ferrovia Genova – Casella si snoda lungo un percorso panoramico di circa 24 km, lungo il quale le carrozze restaurate sferragliano e sobbalzano regalando un’esperienza unica nel suo genere.

Il percorso si sviluppa fra crinali appenninici, dirupi, ponti e trincee, lungo un tracciato che sembra volersi arrampicare lungo le pareti del monte (rigorosamente senza cremagliera), raggiungendo il suo massimo punto di elevazione in corrispondenza di Crocetta di Orero, a 458 metri sopra il livello del mare. Il trenino di Casella attraversa 3 vallate (Valbisagno, Valpolcevera e Valle Scrivia) e 4 comuni (Genova, Sant’Olcese, Serra Riccò e Casella).

Le fermate e le stazioni poste lungo il tracciato della Ferrovia Genova Casella:

  • Genova Piazza Manin
  • San Pantaleo
  • Sant’Antonino
  • Cappuccio
  • Trensasco
  • Campi
  • Pino
  • Torrazza
  • Sardorella
  • Vicomorasso
  • S. Olcese Chiesa
  • S. Olcese Tullo
  • Busalletta
  • Molinetti
  • Niusci
  • Canova Crocetta
  • Casella
Percorso ferrovia Genova Casella
Il percorso della ferrovia Genova Casella – Photo by www.ferroviagenovacasella.it

Cosa vedere lungo la ferrovia Genova Casella

Sebbene il Trenino di Casella rappresenti un ottimo collegamento con Genova per gli abitanti dell’entroterra, viene in realtà spesso utilizzato anche per fini turistici. Esperienze enogastronomiche, trekking e visite all’entroterra, la ferrovia rappresenta un ottimo modo per scoprire la zona e passare una giornata un pò diversa. Scopri cosa vedere lungo la Ferrovia Genova Casella.

Anello dei Forti di Genova

Fermate: Trensasco e Campi

Lunghezza: 10 km

Percorrenza: 4 ore circa

Dislivello: 400 metri

Scendendo alle stazioni di Trensasco o di Campi, è possibile raggiungere in pochi minuti l’avvio dei sentieri all’interno del Parco delle Mura. Costruiti tra il XVIII e il XIX secolo con lo scopo di difendere Genova dalle minacce nemiche, si distingue ancora oggi per essere uno dei sistemi di fortificazioni più vasti d’Europa.

L’anello dei Forti di Genova rappresenta uno dei percorsi di trekking più celebri e panoramici della zona. Si può imboccare sia dal Righi che da Trensasco. 10 km lungo i quali sarà possibile scoprire alcune delle principali roccaforti cittadine: Forte Sperone, Forte Puin, Forte Fratello Minore, Forte Diamante e Begato.

Forte Diamante
Forte Diamante

Escursione al Santuario N.S. della Vittoria

Fermata: Canova/Crocetta

Percorrenza: 2 ore e 30 minuti

Dislivello: 270 metri

Partendo dalla Crocetta d’Orero, è possibile percorrere un suggestivo percorso di trekking che conduce fino al Santuario N.S. della Vittoria e al Passo dei Giovi. La Crocetta d’Orero è un punto di importanza storica: in quanto punto più basso per valicare l’Appennino, da qui passava l’importante Via del Sale, che collegava Genova alla Pianura Padana.

L’escursione è piuttosto agevole, dura circa 2 ore e mezza e permette di raggiungere il Santuario della Vittoria, posto in posizione panoramica tra la Val Polcevera e la Valle Scrivia.

Il borgo di Ciaé ed il Sentiero Botanico

Fermata: Sant’Olcese Tullo

Percorrenza: 2 ore

Dislivello: 200 metri

Dalla fermata ferroviaria di Sant’Olcese Tullo è possibile imboccare il Sentiero Botanico di Ciaé che, attraversando alcuni tratti boschivi, collega la località di Ronco di Sant’Olcese all’antico borgo di Ciaè, conducendo fino alla frazione di Orero, nel comune di Serra Riccò. Creato nel 1984 dai volontari della Guardia Antincendi di Sant’Olcese, lungo il percorso è possibile incontrare numerose targhette che definiscono le specie vegetali della zona.

Abbandonato da oltre 30 anni, il borgo di Ciaé è caratterizzato da un antico ponte di epoca Medievale, una loggia coperta e un rifugio attrezzato ricavato dalla ristrutturazione di un’antica abitazione.

Montemaggio e Crocefieschi

Fermata: Casella

Giungendo fino alla stazione finale di Casella, è possibile sia visitare il paese che proseguire il percorso raggiungendo i borghi di Montemaggio e Crocefieschi.

Alta Via dei Monti Liguri

Fermate: Busalletta o Pino

Sono diverse le fermate della ferrovia Genova – Casella che consentono di raggiungere i sentieri escursionistici dell’Alta Via dei Monti Liguri. L’AVML è un itinerario che si sviluppa per oltre 400 km in altura, lungo lo spartiacque tra Liguria e Padania. L’intero percorso è suddiviso in 44 tappe, con segnavia rosso e bianco con scritta AV.

Sono diverse le stazioni a cui si può scendere per intercettare il percorso, tra cui la stazione di Pino (percorso Alta Via – Creto – Monte Alpe, circa 3 ore) e la stazione di Busalletta.

Puoi consultare tutti i percorsi di trekking della zona sulla mappa della Ferrovia Genova Casella oppure consultando una carta escursionistica della zona.

Acquista la mappa escursionistica dell’Alta Via dei Monti liguri:

Dove mangiare

Il Trenino di Casella permette, tra le altre cose, di raggiungere l’entroterra genovese per degustare gli ottimi prodotti tipici del territorio: non solo pesto, ma anche ottimi salumi, formaggi, vini e i famosi canestrelli.

Dove mangiare lungo la ferrovia Genova Casella? Purtroppo non sono ferratissima di locali in queste zone, ma chiedendo aiuto ad amici, posso segnalare alcune zone e locali in cui fermarsi a mangiare:

  • Casella. In questa zona si trovano diversi locali con ottime recensioni che prima o poi conto di testare personalmente! (Conosci degli ottimi ristoranti o trattorie a Casella? Condividi la tua esperienza lasciando un commento in fondo all’articolo!)
  • Antica Trattoria del Bado a Casella. Non la conosco personalmente, ma mi è stata segnalata da amici. La trovi in prossimità della stazione Canova/Crocetta.
  • Baita del Diamante. Un ottimo punto di ristoro, sia a pranzo che per rinfrescarsi dopo aver percorso l’anello dei Forti. Si può raggiungere dalle fermate di Trensasco o di Campi.
  • Sant’Olcese. Scendendo alla fermata Sant’Olcese Chiesa è possibile raggiungere la piazzetta principale del centro abitato, in cui si possono trovare i salumifici, tra cui la famosa Salumeria Parodi, in cui degustare il famoso salame di Sant’Olcese.

Ti interessa un’esperienza enogastronomica guidata sul trenino di Casella alla scoperta dei prodotti tipici dell’entroterra? Scopri il Trenino del Gusto, organizzato da Adaxio Experience.

Il panorama su Genova dal Trenino di Casella
Il panorama su Genova dal Trenino di Casella

Biglietti e orari del Trenino di Casella

La Ferrovia Genova Casella è in funzione tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, con corse durante tutto l’arco della giornata all’incirca dalle 7 alle 20. Le corse non sono molto frequenti, per cui consiglio di consultare l’orario sul sito ufficiale della ferrovia.

Consulta gli orari del Trenino di Casella – Clicca qui

Biglietti Trenino di Casella
Tariffe – Photo by www.ferroviagenovacasella.it

Per quanto riguarda i prezzi dei biglietti, la singola corsa va da un minimo di 3 euro ad un massimo di 4,50 euro, con tariffe agevolate per i residenti nei comuni di Casella Sant’Olcese, Savignone, Serra Riccò, Montoggio e Valbrevenna.

Sono previsti biglietti cumulativi A/R per 3 o più persone, un biglietto 24 ore e abbonamenti mensili e settimanali integrati AMT.

Consulta i prezzi dei biglietti del Trenino di Casella – Clicca qui

È possibile acquistare i biglietti direttamente in stazione a Manin o Casella, alle singole fermate della ferrovia, oppure online sul sito ufficiale.

Clicca qui per acquistare i biglietti online

Cercavo la felicità ed ho trovato la focaccia

Trenino Genova Casella: eventi e visite guidate

Il Trenino di Casella si presta meravigliosamente anche per organizzare fantastici eventi tematici. Alcuni degli eventi più recenti? Una giornata a tema Harry Potter e l’esperienza enogastronomica Il Trenino del Gusto. Scopriamo di cosa si tratta e come effettuare le prenotazioni.

Il Trenino del Gusto

Il Trenino del Gusto è una fantastica esperienza a tema enogastronomico organizzata da Adaxio Experience, che mira alla riscoperta dell’entroterra genovese attraverso la degustazione dei prodotti tipici del territorio.

Partendo dalla stazione di Genova Manin, si percorre l’antica ferrovia a bordo di una carrozza storica. Lungo il percorso si faranno diverse tappe in cui degustare i prodotti forniti dalle aziende locali. Potrai assaggiare il famoso salame di Sant’Olcese dal Salumificio Parodi e i vini dell’enoteca Bruzzone. Fermarti per un goloso aperitivo al nuovo Bar Bnario, degustando la mostardella, i formaggi, la torta salata, le olive e la focaccia con il pesto di Prà. Raggiungere la Baita del Diamante per un gustoso primo ed infine terminare la degustazione con i favolosi canestrelli di Torriglia della Pasticceria Guano.

Per info e prenotazioni contatta direttamente Adaxio Experience su Facebook o su Instagram. Ti consiglio di tenere monitorati i loro canali social per rimanere aggiornato sui prossimi eventi in programma!

Trenino del Gusto - Adaxio Experience

Come arrivare in stazione

Per raggiungere la stazione di Genova Manin:

  • Bus. Linea 64 o linea 34, seconda del punto di partenza. In generale sono diversi gli autobus che collegano la stazione di Manin alle diverse zone di Genova.
  • Treno dalla stazione di Genova P. Principe. Bus linea 34 fino alla fermata di piazza Manin.
  • Treno dalla stazione di Genova Brignole. Bus linea 49, si scende alla fermata Giardino/Montegrappa e si prosegue a piedi per un breve tratto pedonale che conduce alla stazione di Manin.
  • Auto. È possibile arrivare nei pressi della stazione di Manin in auto, facendo però attenzione al fatto che i parcheggi, seppur numerosi, sono spesso occupati e trovare un posto libero potrebbe non essere così semplice.
  • A piedi. È possibile raggiungere la stazione di Manin anche a piedi partendo dal centro di Genova imboccando Scalinata Montaldo in salita, oppure percorrendo una delle tante strade in salita e scalinate che conducono fino alla zona di Piazza Manin.

Ti è piaciuto l’articolo? Vuoi raccontare la tua esperienza? Lascia un commento qui sotto!

Supporta il blog: condividi l’articolo sui social!

Il Trenino di Casella

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.