Slow trekking in Valle d’Aosta: alla scoperta dei Laghi del Mont Avic

Panorami da sogno, laghi nascosti e tanti sentieri immersi in boschi silenziosi: il Parco Regionale del Mont Avic, alle porte della Valle d’Aosta, è la destinazione ideale per chi cerca una pausa dalla frenesia della vita quotidiana all’insegna dello slow trekking e dell’esplorazione.

Proprio i tantissimi laghi e torrenti costituiscono il cuore vitale del Parco, tanto da influenzarne in modo significativo la ricca vegetazione, nettamente diversa da ciò che si può vedere nel resto della piccola regione alpina.

Il percorso che vi raccontiamo va alla scoperta di questo ambiente unico e della sua natura rigogliosa, con un trekking che tocca ben sei diversi laghi del Parco del Mont Avic. La camminata richiede un impegno medio/basso ed è alla portata di tutti, tuttavia consigliamo di vivere questa avventura senza fretta né affanni, con i vostri tempi ed energie: nulla vi vieta di fermarvi ad una delle tappe intermedie e rilassarvi sulle sponde di qualche specchio d’acqua cristallino!

INDICE

Il Parco Regionale del Mont Avic

Facilmente raggiungibile sia dal Piemonte che dalla città di Aosta, il Parco Regionale del Mont Avic abbraccia le vallate di Champorcher e Champdepraz, estendosi su oltre 5.500 ettari di foreste incontaminate, alte vette, decine di laghi e vari rifugi alpini pronti ad ospitare gli amanti della natura. 

Da queste parti, vita quotidiana e turismo si accomunano per lo scorrere lento del tempo, in simbiosi con l’ambiente circostante e i ritmi dettati dalle stagioni: il luogo ideale per staccare la spina esplorando gli oltre 50 chilometri di sentieri, una parte fondamentale dell’ampia offerta di passeggiate e trekking in Valle d’Aosta

Prima di entrare nel vivo del tour dei laghi, ricordiamo che all’interno del Parco vigono tutte le buone regole di comportamento in mezzo alla natura: non è permesso abbandonare rifiuti, raccogliere fiori o piante, disturbare gli animali selvatici o accendere fuochi. Come in tutta la regione valdostana, il campeggio libero in tenda è consentito solo oltre i 2.500 metri di altitudine. A differenza di altre zone protette, nell’area del Mont Avic è permesso portare i cani, a patto che restino sempre al guinzaglio!

Vedi anche: Abbigliamento e attrezzatura per il trekking – Clicca sul link per leggere l’articolo!

Prima tappa: il Rifugio Barbustel

Rifugio Barbustel
Il Rifugio Barbustel

Iniziamo il nostro giro alla scoperta dei laghi più belli del Parco del Mont Avic raggiungendo uno dei luoghi più iconici della zona, il Rifugio Barbustel. La struttura, inconfondibile per il suo mix di pietra e legna, si trova a circa due ore di camminata da Champorcher.

Consigliamo di parcheggiare l’auto subito dopo la frazione di Petit-Mont-Blanc, per poi seguire la strada asfaltata fino al suo capolinea. Qui, una serie di cartelli informativi vi segnalano l’ingresso nel Parco Regionale: prendete il sentiero 10 in direzione Lago Muffé e Rifugio Barbustel.

La prima parte dell’itinerario, seppur breve, è piuttosto ripida. Stringete i denti e presto incontrerete il primo dei tanti laghi dell’itinerario proposto: quello di Muffé, con il ristoro omonimo a pochi passi… un ottimo punto di sosta per riprendere fiato dopo la sudata iniziale. 

Continuate lungo il sentiero fino al Col du Lac Blanc: gran parte della fatica è fatta, non vi resta che scendere al Rifugio Barbustel.

Trekking dei Laghi del Mont Avic – indicazioni tecniche

Altitudine: 2200 mt

Dislivello: 600 mt circa

Durata: 2h00 circa

Lunghezza totale: 4 km 

Il Lago Vallette

Lago Vallette
Il Lago Vallette

Dal rifugio, i laghi sono già ben visibili tutto intorno a voi, in una cornice magica con il massiccio del Monte Rosa sullo sfondo. Tenendo la destra prendete il sentiero 5 che, in pochissimi minuti di strada in leggera discesa, vi condurrà allo spettacolare Lago Vallette, circondato da prati rigogliosi e pini uncinati. 

Dal Rifugio Barbustel:

Altitudine: 2175 mt

Dislivello: -25 mt circa

Durata: 0h10 circa

Lunghezza totale: 200 mt circa

Lago Bianco e Nero

Lago Bianco
Il Lago Bianco

Tornate sui vostri passi verso il Rifugio Barbustel e, questa volta, procedete alla sinistra dell’edificio. Anche in questo caso, senza alcuno sforzo, raggiungerete facilmente prima il Lago Bianco, il più piccolo del gruppo, poi il Lago Nero. Entrambi gli specchi d’acqua si caratterizzano per il colore cristallino che quasi invita a tuffarsi, anche se la temperatura vi farà cambiare presto idea!

Dal Lago Vallette:

Altitudine: 2165 mt

Dislivello: 0 mt

Durata: 0h15 circa

Durata: 0h15 circa

Lunghezza totale: 800 mt circa

Il Lago Cornuto

Lago Cornuto
Il Lago Cornuto

Più grande e selvaggio, il Lago Cornuto si appoggia sul fianco severo della montagna, con le rive circondate da rocce, gli immancabili pini e qualche radura pianeggiante dove è quasi d’obbligo distendersi per godersi un bel picnic. Come per le tappe precedenti, anche per il Lago Cornuto l’avvicinamento sarà davvero semplice: vi basterà costeggiare la sponda destra del Lago Nero e attraversare un ponte in legno, seguendo il sentiero ben segnalato che in pochi minuti vi porterà a destinazione!

Dal Lago Nero:

Altitudine: 2170 mt

Dislivello: 0 mt

Durata: 0h10 circa

Lunghezza totale: 700 mt circa

Il Gran Lago

gran-lago-trekking-laghi-mont-avic
Escursione ai Laghi del Mont Avic: il Gran Lago

Dopo cinque laghi, ci si potrebbe già tranquillamente sentire soddisfatti, ma per chi volesse ancora scoprire nuovi orizzonti, il Gran Lago è la meta ideale! Più alto e distante rispetto agli altri, questo grande specchio d’acqua è considerato uno dei simboli del Parco Regionale del Mont Avic per la sua forma, il colore profondo che lo caratterizza e, ovviamente, il panorama maestoso che si può ammirare dalle sue sponde. 

Per raggiungere il Gran Lago dal Lago Cornuto dovrete tornare indietro fino al bivio situato poco prima del Lago Nero. Qui, prendendo il sentiero 5C avanzate inizialmente in piano, per poi affrontare una salita impegnativa fino ai Casolari del Pisonet. Qualche passaggio in pietraia e ancora un piccolo sforzo vi separano dalla meta finale!

Dal Lago Cornuto:

Altitudine: 2492 mt

Dislivello: 350 mt circa

Durata: 0h45 circa

Lunghezza totale: 3,5 km circa

Conclusione

Come abbiamo visto, il Parco Regionale del Mont Avic regala un susseguirsi di sorprese, angoli di natura incontaminata e scorci panoramici maestosi sulle grandi catene montuose valdostane. L’escursione ai laghi del Mont Avic, facilmente affrontabile in giornata, è solo una parte dell’offerta unica di questa zona. Per saperne di più dai un’occhiata ad alpitude.it!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.