Abbigliamento e attrezzatura per trekking sulla neve

Durante la stagione invernale è normale che venga voglia di organizzare un’escursione sulla neve, non solo per sciare, ma anche semplicemente per affascinanti passeggiate nei boschi. Camminare sulla neve, però, non è come camminare sui sentieri in estate. È importante non solo indossare abbigliamento adeguato, ma anche dotarsi di un minimo di attrezzatura. Da non dimenticare poi di monitorare sempre le previsioni meteo prima di partire e informarsi sul sentiero. Per dei trekking sulla neve senza stress, ma soprattutto senza pericoli, basta seguire poche e semplici regole.

INDICE

Abbigliamento per escursioni sulla neve

La montagna, diciamolo, è bella in tutte le stagioni, ma è nel periodo invernale che giunge al massimo del suo splendore. Per chi si avvicina per la prima volta ai trekking sulla neve, è importante tenere a mente che, dal momento che le temperature invernali in montagna sono solitamente basse, bisogna essere vestiti nel modo giusto e non trascurare nessuna possibilità dal punto di vista climatico. È importante quindi scegliere l’abbigliamento in base al grado di protezione che offre da freddo, umidità e vento. L’obiettivo deve essere quello di utilizzare capi di buona fattura, che siano anche confortevoli e con delle caratteristiche ben precise. Il clima montano, infatti, è caratterizzato spesso da condizioni estreme e mutevoli, ragion per cui, è importante arrivare preparati alle tanto amate escursioni.

Abbigliamento escursione sulla neve
Abbigliamento escursione sulla neve – Photo by Pixabay

Come vestirsi?

Il primo consiglio è di vestirsi sempre a cipolla, sovrapponendo più strati, iniziando da indumenti leggeri e preferibilmente termici, per poi passare ad abiti via via più pesanti e caldi.

Iniziando dalla base, la scelta migliore è di indossare intimo termico, in quanto questo strato è quello a diretto contatto con la pelle. Tali indumenti sono studiati in modo tale che il tessuto con cui sono stati prodotti, mantengano la temperatura corporea stabile anche in situazioni climatiche non esattamente confortevoli. Si tratta di indumenti prodotti con tessuti traspiranti. Si sconsigliano, invece, i capi in cotone in quanto non consentono una corretta sudorazione e tendono a bagnarsi.

Per lo strato successivo, che chiameremo intermedio, è preferibile orientarsi su indumenti che permettono di trattenere il calore, come felpe in pile e camice di flanella, possibilmente dotati di zip e facili da togliere nel caso si avverta troppo caldo. Non trascurare, infine, l’importanza di utilizzare calze termiche per la neve e pantaloni termici di buona qualità, affinché anche agli arti inferiori sia garantito il giusto comfort.

Per quanto riguarda l’abbigliamento esterno, è fondamentale che sia impermeabile: si può scegliere tra una tuta da sci o giubbotto da neve con materiale di buona qualità e imbottitura per isolare dal freddo, purché permettano di muoversi agevolmente. I più indicati sono i materiali come il Gore-Tex e il Windstopper, in quanto studiati appositamente per regalare comfort in condizioni climatiche in cui sono presenti vento, pioggia o neve.

Per quanto riguarda la scelta degli scarponi da neve, al momento dell’acquisto il suggerimento è di orientarsi su quelli dotati di suola antiscivolo: camminare sulla neve può rivelarsi davvero difficile e le possibilità di cadere se non si indossa la calzatura giusta è molto concreta. La parte superiore degli scarponi deve essere abbastanza alta da arrivare al pantalone e di materiale traspirante e impermeabile, così da non ritrovarsi con i piedi bagnati. 

Gli accessori da non dimenticare

Quando si programma un’escursione sulla neve, anche i piccoli dettagli possono fare la differenza: una volta indossato l’abbigliamento e le calzature, ricordarsi di proteggere anche la testa e le mani, in quanto risultano essere le parti del corpo più esposte al freddo e all’umidità. Portare con sé un cappello e dei guanti, rigorosamente impermeabili, ridurrà nettamente gli eventuali disagi causati dal freddo. 

Se la scelta ricade su un paio di guanti sottili, bisogna ricordare che, se da un lato offrono maggiore comodità nella presa dei bastoncini, dall’altro rendono più probabile che ci si ritrovi con le mani congelate. L’ideale, anche in questo caso, è orientarsi verso guanti impermeabili.

Accessori trekking sulla neve
Accessori trekking sulla neve – Photo by Tim Gouw on Unsplash

Come leggere le etichette

Nel momento in cui si deve valutare quali articoli acquistare per una vacanza in montagna, oltre ai consigli che può darci un venditore, possiamo trarre informazioni anche dalle stesse etichette presenti sugli indumenti.

Il grado di impermeabilità è valutabile tramite un indice standard, così come l’isolamento termico. Questo consiste nel tipo di imbottitura contenuta nei giubbotti e deve essere preferibilmente in piuma d’oca, in quanto maggiormente isolante dal freddo. Tuttavia, bisogna ricordare che la piuma d’oca a contatto con l’acqua e la neve si bagna, quindi è meglio orientarsi su un rivestimento di tipo idrorepellente.

Infine, valutare anche l’indice di traspirazione, in quanto ci dice quanto sudore riesce a fare traspirare l’indumento, permettendo al corpo di tenere la giusta temperatura e evitare fastidiosi sbalzi termici.

Attrezzatura per fare trekking sulla neve

Prima di avventurarsi per i sentieri montani, manca ancora un piccolo step. Avere l’attrezzatura giusta per affrontare un trekking sulla neve è importante quanto indossare l’outfit adatto. La presenza della neve, infatti, rende il terreno ghiacciato, bagnato o scivoloso, creando situazioni che se non affrontate con i giusti strumenti possono rivelarsi insidiose. Ecco quindi una lista degli attrezzi da portare con sé.

Bastoncini da trekking

I bastoncini da trekking sono un accessorio essenziale per una ciaspolata, ma anche un semplice trekking, al pari delle tute e dello zaino. La loro funzione è quella di aiutare gli escursionisti a muoversi agevolmente, specialmente in quelle situazioni in cui, a causa della neve ancora fresca o di eventuali cumuli, si affonda con i piedi nel terreno e si è quindi più instabili.

La presenza dei cestelli sulle estremità permette di mantenere l’equilibrio senza difficoltà. I bastoncini, di solito, sono regolabili in altezza, il che li rende comodi da riporre quando l’utilizzo non è più necessario. In presenza di neve fresca, il consiglio è di montare i cestelli più larghi e di sondare il terreno davanti a noi prima di procedere avanzando con il piede.

Abbigliamento e attrezzatura per trekking sulla neve
Bastoncini da trekking – Photo by Pixabay – Leggi l’articolo dedicato: clicca qui

Ciaspole

Altro strumento che può tornare utile in presenza di molta neve sono le ciaspole, o racchette da neve. Si agganciano sotto le scarpe, che devono essere preferibilmente da trekking, e la loro funzione è permettere di camminare senza sprofondare, riducendo lo sforzo e la fatica.

Le ciaspole sono dotate di piccoli spuntoni metallici che evitano che si possa scivolare sulla neve ghiacciata. Se si procede su un terreno pianeggiante il tallone si sgancia, per rendere più agevole la camminata, mentre sui percorsi in pendenza il tallone viene bloccato in modo tale che lo scarpone aderisca alla racchetta e garantisca maggior stabilità.

Utilizzate nel modo corretto, saranno un prezioso ausilio per le escursioni, su qualunque tipo di sentiero. Per affrontare percorsi in cui è presente del ghiaccio è utile procurarsi ciaspole dotate di lame seghettate sui lati che permettono una maggiore aderenza al terreno.

Attrezzatura trekking sulla neve - le ciaspole
Ciaspole – Photo by Pixabay

Ramponi

I ramponi sono un oggetto fondamentale se si deve affrontare un percorso nel quale sono presenti ghiaccio o neve dura. Anch’essi si montano direttamente sulla calzatura da neve attraverso delle cinghie regolabili, sono dotati di una struttura metallica e spuntoni che permettono di mantenere l’adesione con il terreno e sono utilizzabili abbinati ai bastoncini. 

Per quanto riguarda la scelta dei materiali, è meglio orientarsi verso l’acciaio, in quanto garantisce maggiore qualità e sicurezza. Prima di acquistare i ramponi è importante considerare il tipo di terreno che ci troveremo davanti durante le nostre camminate. Attenzione a non fare confusione tra ramponi e ramponcini! Questi ultimi, infatti, nonostante siano più economici e leggeri, devono essere utilizzati solo su sentieri pianeggianti o su pendenze molto lievi e non sui sentieri alpini e in presenza di ghiaccio.

Consigli utili

Ora che ci siamo fatti un’idea dell’attrezzatura necessaria per affrontare i trekking sulla neve, è importante ricordarsi delle insidie che la montagna può riservare e non sottovalutare alcun aspetto. È importante ricordare, soprattutto, che la neve è soggetta a numerose variabili, legate alla quantità, alla morbidezza, al ghiaccio e alle pendenze, che potrebbero rendere difficoltosa (se non a volte pericolosa) l’escursione.

La fase di preparazione, dunque, riveste un ruolo fondamentale: non occorre essere allarmisti, naturalmente, ma solo mettere insieme dei piccoli accorgimenti:

  • avere con sé un cellulare carico sia per essere sempre raggiungibili, sia per usarlo come GPS
  • programmare l’itinerario anticipatamente, senza improvvisare
  • avere un caricatore portatile, in quanto con l’utilizzo del GPS la batteria del vostro smartphone si consumerà molto più velocemente, rispetto al normale
  • consultare il meteo e il livello di pericolo valanghe
  • portare una bussola di emergenza
  • comunicare sempre a qualcuno quale percorso si intende intraprendere e in quanto tempo
  • non addentrarsi in sentieri non battuti in precedenza
  • portare con sè acqua a sufficienza e uno snack o barretta energetica

Fondamentale, infine, è ricordarsi di scaricare sullo smartphone la traccia GPX del percorso. Soprattutto in caso id abbondanti nevicate, infatti, il sentiero e i segnavia potrebbero essere coperti di neve e trarre in inganno, mandandoci fuori strada.

Se non si è esperti della montagna, il suggerimento migliore che posso dare, è di affidarsi a persone esperte, almeno le prime volte. Le guide escursionistiche conoscono a memoria la montagna, ma soprattutto la precarietà delle condizioni della neve e sono quindi le più indicate per guidarvi. Online e sui gruppi Facebook è possibile individuare e prendere parte a uscite di gruppo e esperienze incredibili, come le ciaspolate notturne o far conoscere la flora e la fauna locali. Solitamente il prezzo per la partecipazione è piuttosto basso, tra gli 8 e i 12 euro. Nel caso in cui invece siano incluse esperienze extra, allora potrebbe essere un pò superiore.


Ti è piaciuto l’articolo? Hai trovato informazioni utili? Lasciami un commento qui sotto per condividere la tua esperienza o per farmi notare eventuali dimenticanze!

Supporta il blog: condividi l’articolo sui social!

Abbigliamento e attrezzatura per escursioni sulla neve

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.