Trekking ad anello ai Laghi del Gorzente

Da appassionata di escursioni, non potevo non parlarvi del trekking ai Laghi del Gorzente. Un bellissimo sentiero ad anello in Liguria, all’interno del Parco delle Capanne di Marcarolo. Ci troviamo proprio alle spalle di Genova, in una zona che consiglio di visitare per via della bellezza dei paesaggi, dei tanti itinerari escursionistici e per la possibilità di rinfrescarsi nei fiumi e nei laghetti nelle giornate estive più calde. Il Sentiero Naturalistico dei Laghi del Gorzente è un trekking di media difficoltà, che però presenta qualche tratto più impervio e difficoltoso, non propriamente adatto per i bambini o i principianti. Consiglio di affrontarlo con la giusta attrezzatura, scarpe da trekking e acqua a sufficienza.

INDICE

Il Parco delle Capanne di Marcarolo e i suoi laghi

A cavallo tra le regioni Liguria e Piemonte, si estende il Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo. La cima più alta di questo vasto territorio è il Monte Tobbio, con una vista spettacolare sul Golfo Ligure. Oltre a escursioni e passeggiate attraverso valli e altopiani dalla vegetazione rigogliosa, il parco offre la possibilità di visitare alcuni dei laghi più belli della zona. Infatti, proprio all’interno di questa oasi naturale, sono presenti diversi bacini artificiali tra cui i Laghi del Gorzente e i Laghi della Lavagnina. Numerosi itinerari naturalistici conducono al cospetto di questi splendidi specchi d’acqua e regalano a famiglie ed escursionisti momenti indimenticabili a contatto con la natura.

In questo articolo trovi tutte le indicazioni per il trekking ai Laghi del Gorzente che vi porterà al cospetto di due di questi laghi: il Lago Lungo e il Lago Bruno. Insieme al Lago Lavezze, questi due bacini artificiali contribuiscono all’alimentazione degli acquedotti di Genova e segnano il confine con la provincia di Alessandria, in Piemonte. Il percorso ad anello è uno dei più affascinanti della zona ed è perfetto per tutti gli amanti del trekking.

Sentiero Naturalistico dei Laghi del Gorzente
Sentiero Naturalistico dei Laghi del Gorzente

Escursione ad anello lungo il Sentiero Naturalistico dei Laghi del Gorzente

Il Sentiero Naturalistico Laghi del Gorzente, realizzato dai volontari del CAI, è un itinerario ad anello situato tra Campomorone, Ceranesi e Bosio, in provincia di Alessandria. L’escursione segue in parte i passi dell’Alta Via dei Monti Liguri e offre una varietà di paesaggi davvero incredibile. Il sentiero costeggia il Fiume Gorzente e termina al cospetto di due dei tre laghi del Gorzente: Lago Lungo e Lago Bruno. Lungo il tragitto si incontrano targhe con i nomi delle principali specie arboree liguri e diversi luoghi di interesse storico-archeologico.

Difficoltà

L’escursione ha un grado di difficoltà di tipo “E”, ossia escursionistico. Questo vuol dire che si tratta di un itinerario mediamente complesso, con un terreno talvolta impervio e tratti di sentiero piuttosto stretti. In realtà, la prima parte del percorso è adatta a chiunque abbia un minimo di esperienza di camminata in montagna e sia in possesso di buone scarpe da trekking. Se state facendo una gita in famiglia e avete dei bambini a seguito vi consiglio quindi di affrontare solo il primo tratto di percorso e fermarvi nei pressi del primo lago. Complessivamente, il trekking ad anello ha una durata di circa 5 ore, con 13 km di lunghezza e un dislivello di 480 metri; escluse le condizioni di cattivo tempo, il sentiero è percorribile durante tutto l’anno. Il segnavia da seguire è quello del CAI, con le due strisce di colore rosso e bianco

Il Percorso

La camminata lungo il Sentiero Naturalistico dei Laghi del Gorzente ha inizio dal parcheggio nella località Prou Renè, sulla strada Provinciale dei Piani di Praglia. Il sentiero si imbocca sulla sinistra del parcheggio, vicino una palizzata in legno, ed è perfettamente segnalato dai cartelli del CAI. 

La prima parte di percorso si addentra all’interno di una fitta area boschiva, ricca di cartelli con i nomi dei vari alberi presenti. Questo primo tratto è molto suggestivo, soprattutto nei periodi autunnali, quando le foglie iniziano a prendere colori sul rosso-arancio. L’escursione prosegue su un terreno piuttosto agevole, attraversando il fiume Gorzente su passerelle in legno o massi. Dopo poco tempo, si incontra un crocevia ma si rimane sul sentiero iniziale, così da raggiungere le neviere. Queste particolari strutture scavate nella terra avevano lo scopo di raccogliere la neve, che veniva poi compressa e trasformata in ghiaccio.

Dopo 30 minuti di cammino si raggiunge la prima tappa del trekking: La Pietra del Grano. Questo enorme masso ha una storia lunga diversi secoli ed è un importante reperto storico per gli abitanti del posto. Infatti, anticamente questo era il luogo di incontro tra i mercanti genovesi e quelli provenienti dalla Pianura Padana, che avevano scelto proprio questa pietra come sede dei loro scambi commerciali.

Trekking ad anello Laghi del Gorzente

Si prosegue ancora per un breve tratto all’interno del bosco per poi uscire allo scoperto e ammirare il primo scorcio sul Lago Lungo. In alcuni periodi dell’anno il livello dell’acqua è piuttosto basso ma resta comunque uno spettacolo incredibile agli occhi di ogni escursionista. Dopo aver nuovamente guadato il fiume, il sentiero inizia a costeggiare il lago. Qui, nonostante la scarsa pendenza, è bene fare attenzione poiché il sentiero si stringe e in alcuni tratti resta scoperto dal lato del bacino. Il panorama è incantevole, con scorci sulle piccole cascate che si tuffano nelle acque del lago.

Si incontra quindi un bivio e si svolta a sinistra per raggiungere la parte sommitale della diga. Da qui la vista sul Lago Lungo è davvero incredibile e vale la pena fermarsi qualche minuto per ammirare il panorama e scattare qualche foto. Dopo questa breve pausa, si scende verso il ponte e si giunge di fronte ad una graziosa chiesetta. Da qui inizia il tratto di salita più complesso, consigliato solo ad escursionisti con buon allenamento fisico. 

Ci si addentra nuovamente nel bosco del Parco delle Capanne di Marcarolo e si prosegue verso la cima del monte Bric Nasciu (916 metri). Lungo la strada incontrerete il Sacrario dei Martiri di Passo Mezzano, eretto in memoria dei partigiani caduti durante la Seconda Guerra Mondiale. La salita, seppur difficoltosa, offre dei bellissimi scorci sul Lago Bruno e, dopo un ultimo tratto particolarmente ripido, permette di raggiungere la vetta. Qui il panorama si apre sul territorio circostante, offrendo una splendida vista a 360 gradi sui due laghi; il terzo purtroppo resta coperto dai monti Fic e Taccone. Il punto panoramico è provvisto anche di una panchina ed è il luogo perfetto dove pare una rapida pausa pranzo prima di riprendere l’escursione. 

Laghi in Liguria - Laghi del Gorzente
I Laghi del Gorzente

La seconda parte dell’itinerario si congiunge all’Alta Via dei Monti Liguri ed è caratterizzata da un territorio brullo e piuttosto spoglio di alberi. Il sentiero percorre diversi saliscendi e offre una bella vista sulle vallate circostanti, come la Val Polcevera. Nelle belle giornate avrete perfino la possibilità di avvistare Genova, con il suo bel porto sul mare.

Arrivati ad un bivio, si sceglie se proseguire fino all’osservatorio o riprendere la via che conduce al parcheggio. L’Osservatorio Naturalistico del CAI di Bolzaneto è gestito da volontari e offre un’ultima sosta panoramica prima del ritorno. Scendendo verso il parcheggio si incontra un ultimo piccolo bivio che conduce al monolito legato alla “Tavola di Polcevera”. Questo antico reperto storico, conservato nel Museo di Archeologia Ligure,  risale al 117 A.C. e appare come una tavola rettangolare in bronzo incisa in latino per indicare la suddivisione romana del territorio. Questa importante testimonianza fornisce preziose informazioni sugli usi e costumi degli abitanti che popolavano la Val Polcevera ed è una meta davvero interessante per gli amanti della storia italiana.

Nonostante si tratti di un percorso adatto ad escursionisti e presenti dei tratti di sentiero piuttosto difficili per i meno esperti, il Sentiero Naturalistico dei Laghi del Gorzente è una destinazione perfetta per chi vuole immergersi nella natura. I panorami mozzafiato, insieme alla vegetazione rigogliosa e alle fresche rive dei laghi, rendono questa escursione davvero indimenticabile e completamente appagante.

Si può fare il bagno nei laghi?

I Laghi del Gorzente sono bacini artificiali e, in alcuni periodi, il livello dell’acqua è piuttosto basso. Per questi motivi, la balneazione non è consentita ma potete comunque fare delle bellissime passeggiate lungo la riva. Se avete voglia di fare un bagno in queste zone, potete optare per il fiume Gorzente, raggiungibile tramite diversi sentieri pianeggianti e privi di difficoltà. Grazie all’enorme quantità di fauna lacustre, nei laghi è consentita la pesca di trote, carpe, lucci e molto altro.

Come arrivare ai Laghi del Gorzente e dove posteggiare

Come arrivare ai Laghi del Gorzente? I laghi del Gorzente si trovano a circa un’ora di strada da Genova e sono raggiungibili sia in macchina che in moto. Per arrivare dovete prendere l’autostrada A10 e uscire al casello di Genova Ovest. Da qui bisogna seguire le indicazioni per Pontedecimo e Praglia. Se invece decidete di prendere l’autostrada A7 Genova-Milano dovete uscire al casello di Bolzaneto e seguire le indicazioni per Pontedecimo e Praglia. Un’altra alternativa è quella di prendere l’autostrada A26 Voltri-Gravellona Toce, uscire a Masone e seguire le indicazioni per Pratorondanino e Praglia.

Il luogo più comodo dove posteggiare nei pressi dei Laghi del Gorzente è il parcheggio in località Prou Renè, sulla strada Provinciale dei Piani di Praglia, dal quale inizia il Sentiero Naturalistico dei Laghi del Gorzente.

Parcheggio in località Prou René
Il Parcheggio in località Prou René

Ti è piaciuto l’articolo? Hai trovato informazioni utili? Hai qualcosa da aggiungere? Scrivimi un commento qui sotto in fondo all’articolo!

Trekking ad anello ai Laghi del Gorzente

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.