Gole del Verdon: itinerario per esplorare il Grand Canyon d’Europa

Quando si parla di Provenza non si può fare a meno di pensare agli sterminati campi di lavanda e alle mete estive lussureggianti della Costa Azzurra. In realtà, la regione al sud della Francia offre molto di più: oltre ad essere la destinazione perfetta per un viaggio romantico, è la culla di paesaggi naturali che offrono spettacoli di rara bellezza. Infatti, tra il dipartimento del Var e delle Alpi di Alta Provenza si assiste a uno degli scorci più caratteristici della Francia: il canyon più grande d’Europa. Infatti, le Gorges du Verdon, per noi italiani le Gole del Verdon, sono un parco naturale il cui protagonista è, appunto, il fiume Verdon, un fiume cristallino e di color smeraldo. Davvero una meta imperdibile.

La loro conformazione è frutto dell’erosione determinata dallo scorrere incessante del fiume, che ha creato un alternarsi di strapiombi e luoghi scoscesi, che precipitano a livello del fiume per poco più di venti chilometri. Se vi state chiedendo che cosa vedere una volta arrivati di fronte a questo paesaggio bucolico, non preoccupatevi, abbiamo creato un itinerario ad hoc che vi mostrerà cosa vedere nelle Gole del Verdon, cosa fare, come arrivare, dove mangiare e dove dormire!

INDICE

Dove si trovano le Gorges du Verdon e come si sono formate

Le Gorges du Verdon si sono formate nei millenni a seguito di una particolare trasformazione delle rocce: l’erosione, un processo disgregatore di materiale che viene investito da agenti naturali, quali vento o acqua. In questo caso specifico, il fiume Verdon nel corso degli anni ha scavato il proprio letto tra i sedimenti, creando gole formate da coralli e fossili. Le Gole del Verdon sono strette e profonde: possono addirittura arrivare fino a 700 metri di profondità!

Il grand canyon du Verdon si trova fra il comune di Castellane e Moustiers-Sainte-Marie, due borghi arroccati e incantati, da cui è raggiungibile facilmente il Lac de Sainte-Croix, bacino artificiale che fa da anticamera al fiume.

Le Gole del Verdon
Le Gole del Verdon

Cosa vedere nel Parco del Verdon: i Punti panoramici

Il Parco del Verdon è la meta perfetta sia per gli amanti dello sport e delle esperienze estreme, sia per coloro che desiderano apprezzare il paesaggio in tranquillità a totale contatto con la natura. Ovviamente il meteo deve essere a vostro favore: a seconda delle temperature e del tempo potete decidere come visitare le gole, se in macchina oppure addentrandovi in percorsi per escursionisti professionisti e non.

All’interno del canyon ci sono dei punti panoramici che non potete assolutamente perdervi.  Il migliore, secondo me, è il Point de l’Artuby, il ponte più alto d’Europa! Alto ben 132 metri, è il punto perfetto per i più coraggiosi: è possibile, infatti, fare bungee jumping. Una volta attraversato il ponte si passa alla riva sinistra del fiume, attraversando il magnifico Lac de Sainte-Croix; si tratta del terzo lago più grande della Francia, dove confluiscono le acque del fiume Verdon. Il lago offre numerose spiagge dove è possibile stendere il telo e prendere il sole e, se volete godervi il panorama in solitudine, troverete numerose calette nascoste!

Ci sono varie alternative poste a disposizione dei turisti per visitare l’interno delle gole: pedalò, canoe e piccole imbarcazioni… l’acqua è limpida e intonsa, proprio perché tutti i mezzi che vi possono circolare devono essere a motore elettrico. Bandita la benzina: si vuole preservare la naturalezza del luogo, inquinandolo il meno possibile!

Le Gorges du Verdon
Le Gorges du Verdon

A metà strada fra Castellane e il lago incontrerete uno scorcio indimenticabile: il Point Sublime. Da qui dominerete il paesaggio delle gole e del torrente che vi lascerà senza parole e, se siete fortunati, è possibile ammirare avvoltoi e grifoni, che volano in gruppi sempre più numerosi.  Nel Verdon gli incontri son sempre più spettacolari e ravvicinati: si può assistere al volo del Monaco, il più raro e, purtroppo, a rischio di estinzione dei rapaci!

Per i vacanzieri che visitano in automobile le gorges, un consiglio spassionato è quello di percorrere la sponda settentrionale, che vi condurrà alla strada panoramica più bella del canyon: la Route de Crêtes, lunga 23 km, ricca di punti panoramici da dove è possibile scorgere l’immensità e la vastezza della natura. Parcheggiata la macchina nelle specifiche aree messe a disposizione dal parco, non potete farvi mancare due soste davvero da non perdere: la prima al Belvédere du Tilleul, sopraelevato rispetto al livello del fiume, location perfetta dove fare un pic-nic in famiglia davanti alla grandezza di madre natura, e la seconda presso il Dente d’Aires, unico luogo da cui è possibile scorgere l’intero corso del fiume Verdon!

Dove fare il bagno nel Verdon e praticare sport

Il fiume Verdon è diventato un luogo celebre per gli sport acquatici, grazie all’acqua color smeraldo che lo rende un luogo perfetto per una giornata all’insegna del divertimento.  Ci sono numerose esperienze che i francesi hanno offerto ai turisti che approdano alle Gole del Verdon: rafting, canoa, torrentismo nei crepacci e anche water rambling per i più esperti, che consiste in una mountain bike acquatica. 

Nuotare nelle acque del torrente è all’ordine del giorno, sia per il fatto che la Provenza d’estate raggiunge temperature molto alte, sia perché il colore dell’acqua attira orde di turisti, curiosi di nuotare in un ambiente insolito. Il Lac de Sainte-Croix, infatti, è perfetto per rinfrescarsi dal calore estivo e per guazzare in mezzo alle insenature delle gole. 

Avvertenza: non attraversate il fiume Verdon! Sgorgando dalla montagna, la corrente potrebbe creare mulinelli inaspettati che possono essere altamente pericolosi. Qualora desideriate praticare sport acquatici, il nostro consiglio è quello di prenotare con largo anticipo: il canyon è una meta molto ambita nel periodo estivo!

Le gole del Verdon soddisfano non solo gli amanti dell’acqua, ma anche i climber e gli arrampicatori. Infatti, le pareti rocciose offrono più di 800 vie per gli scalatori, adatte a qualsiasi livello di difficoltà.

Alla scoperta del Verdon
Alla scoperta del Verdon

Trekking ed escursioni

Le Gorges du Verdon sono famose anche per un altro motivo, ossia il trekking.  Infatti, esistono numerosi sentieri molto interessanti, percorsi attraverso i quali esplorare i panorami scenografici che la zona ha da offrire. Nonostante siano molteplici gli itnerari, quello più avventuroso è il GR4, che dal Point Sublime vi conduce fino alle gole.  Per portarlo a termine nella sua completezza sono necessari due giorni, ma è possibile ridurre la durata tramite scorciatoie lungo il tragitto. 

Per gli escursionisti meno esperti e che hanno meno tempo a disposizione, è meglio percorrere il sentiero Couloir Samson. È un percorso molto suggestivo, in quanto passa all’interno delle rocce delle montagne, della durata di due ore.

Non troppo lontano dalle Gole del Verdon, consiglio di includere nell’itinerario di viaggio anche un trekking nella Valle delle Meraviglie.

Consigli utili

Per esplorare al meglio i sentieri e la natura in tutta sicurezza, vi consigliamo di attrezzarvi adeguatamente!  Sono necessarie scarpe da trekking: spesso possono trovarsi pozzanghere che rendono scivoloso il terreno (meglio evitare cadute!); una maglia termica, poiché nelle insenature delle gole o nei tunnel l’umidità è più elevata. Se non siete degli scalatori esperti, è sempre meglio scegliere l’alternativa più semplice per evitare di perdersi o di farsi male! Un’ulteriore avvertenza è di rispettare la natura! Lasciate incontaminato questo posto meraviglioso che vi ha ospitati durante il vostro itinerario.

Gole del Verdon in moto: consigli e cosa vedere

È risaputo come viaggiare in moto amplifichi il senso di avventura e la Provenza è il luogo perfetto per questo tipo di esperienze! La visita alle Gole del Verdon in moto è quindi un must! Ad ogni curva e ad ogni tornante si aprono spettacoli incredibili: pareti rocciose e imponenti, che sembrano toccare il cielo, si tuffano e scivolano nel turchese fiume Verdon. Essendo la moto meno ingombrante di un’automobile, avrete la possibilità di fermarvi anche in tratti di sosta più ristretti per fotografare e ammirare il panorama… vi aspetta un’avventura a totale contatto con la natura!

Dove mangiare

Per gustarvi un piatto tipicamente provenzale dopo aver trascorso la giornata alle Gole del Verdon avete due possibilità: giungere a Castellane oppure a Moustiers-Sainte-Marie, i due comuni più vicini al canyon; entrambi i sobborghi distano a poco più di quaranta minuti dalle Gorges e avrete la possibilità di assaggiare pietanze tipiche del luogo. Moustiers-Sainte-Marie è stato addirittura inserito nella lista dei villaggi più belli della Francia. Il borgo, oltre ad essere famoso per le ceramiche, è noto per ospitare un birrificio in cima al paese che utilizza uno degli ingredienti più pregiati sul mercato: il miele di lavanda. Nonostante siano prodotti di altissima qualità e artigianali, il prezzo è ragionevolissimo e il retrogusto amaro della birra viene contemperato dalla dolcezza del miele: un tripudio di sapori! Non potete dire di essere stati in Provenza se non ne avete degustata una!

Moustiers-Sainte-Marie
Moustiers-Sainte-Marie

Come arrivare alle Gorges du Verdon

Per visitare la bellissima regione a sud-est della Francia dall’Italia si ha un’unica alternativa: valicare il confine francese per giungere direttamente a Grasse. Da Grasse, città che ospita numerose botteghe artigiane nel centro storico, dovrete percorrere la Route Napoléon e da lì vi mancheranno poco più di novanta km e un’ora di mezza di macchina per arrivare a destinazione!

La zona delle Gole del Verdon è raggiungibile pure in camper: le strade che costeggiano le gole, anche se non larghissime, sono percorribili dal vostro mezzo, adottando la diligenza ordinaria che dovreste mantenere in tratti di montagna angusti! Nonostante la maggior parte dei visitatori decida di intraprendere questo viaggio in auto o in camper, le Gole del Verdon sono il paradiso dei motociclisti: tornanti, curve e paesaggi mozzafiato sono pane per i loro denti!

Dove dormire

Scopriamo ora dove dormire alle Gorges du Verdon. Nei pressi del canyon più grande d’Europa, infatti, si possono trovare diverse soluzioni di pernottamento: ci sono tantissime sistemazioni economiche per alloggiare, tra cui campeggi a prezzi low-cost ( alternativa da non sottovalutare, considerando che gli albergatori della Provenza potrebbero chiedere prezzi da capogiro! ). Una soluzione altrettanto valida è pernottare nei paesini che si trovano intorno alle gole del Verdon, come Castellane, Moustiers-Sainte-Marie oppure Sainte-Croix-de-Verdon, che sono i borghi più strategici per visitare la valle. 

Hai trovato le informazioni che cercavi per visitare le Gole del Verdon? Ti servono altre informazioni su cosa vedere oppure desideri aggiungere qualcosa? Lasciami un commento qui sotto l’articolo.

Gole del Verdon - itinerario alle scoperta del Grand Canyon d'Europa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.