Escursione al Lago di Carezza: sentieri, consigli e informazioni utili

Il Lago di Carezza è indubbiamente uno dei più belli e famosi dell’Alto Adige. Si trova nei pressi di Nova Levante, in provincia di Bolzano e, nonostante in estate sia davvero molto frequentato, merita davvero di essere visitato. In questo articolo ho voluto riassumere alcuni consigli utili per fare un’escursione al Lago di Carezza ed esplorarne i dintorni. La particolarità del luogo e la bellezza dei sentieri, lo rendono perfetto per fare un’escursione con amici o anche una semplice passeggiata in famiglia. I trekking in questa zona infatti non sono particolarmente impegnativi e, per la maggior parte, possono essere percorsi anche dai meno allenati.

Andare in gita al Lago di Carezza è un’esperienza indimenticabile soprattutto perché permette di ammirare uno dei fenomeni più suggestivi delle Dolomiti: l’enrosadira. Questo particolare spettacolo della natura si verifica al tramonto e all’alba, quando la luce del sole illumina le cime dolomitiche tingendole di colori rosso-viola.

INDICE

Tra storia e leggenda

Il Lago di Carezza è un lago di origine glaciale alimentato da sorgenti sotterranee provenienti dal Monte Latemar. Le meravigliose sfumature dell’acqua hanno ispirato una leggenda che rispondesse al perchè il Lago di Carezza è colorato.

La leggenda narra di una splendida ninfa, Ondina. Si racconta che uno stregone di nome Latemar si innamorò di Ondina e tentò di rapirla senza successo. La strega del Masarè gli consigliò quindi di costruire un ponte arcobaleno sopra il lago per impressionarla. Ma quando Ondina vide lo stregone costruire il ponte, si spaventò e scomparve per sempre nelle profondità del lago. Lo stregone adirato distrusse l’arcobaleno e lo gettò nel lago, che da quel giorno assunse i suoi splendidi colori. In ricordo di questa leggenda, nel lago è presente una statua di bronzo raffigurante Ondina.

Escursione al Lago di Carezza

Escursione ad Anello attorno al Lago di Carezza

L’escursione ad anello attorno al Lago di Carezza risulta essere una bella passeggiata pianeggiante di circa un’ora. Il sentiero si snoda per la maggior parte nel bosco, costeggiando la riva, ed è perfetto anche per i meno allenati, per famiglie con bambini o per passeggiate con il cane. Il lago è posto a 1534 metri di altitudine per cui si tratta di un’escursione ideale da fare in estate, quando il caldo a valle tende a farsi sentire.

Trekking da Obereggen al Lago di Carezza

Il trekking da Obereggen al Lago di Carezza è lungo circa 7,5 km ed ha una durata di 2 ore. Il sentiero è facilmente percorribile dal momento che ha un dislivello di appena 160 metri; proprio per questo motivo è perfetto anche per famiglie con bambini. La maggior parte del tragitto passa nel bosco, ma si hanno diversi punti panoramici in cui è possibile intravedere suggestivi scorci sui monti Latemar e Catinaccio. Giunti al lago, sarà possibile fare un piccolo giro sulle sue rive prima di riprendere la strada del ritorno.

Escursione da Nova Levante al Lago di Carezza

L’escursione parte dal centro del paese di Nova Levante ed ha una durata di 4 ore, con circa 1040 metri di dislivello. Si tratta di un percorso di livello intermedio, consigliato per i più allenati per via del notevole dislivello, ma di notevole bellezza paesaggistica. Il trekking si snoda tra baite e prati alpini, con bellissime vedute sul paesaggio circostante. Poco dopo aver raggiunto la malga Moseralm, si arriva al Lago di Carezza e, dopo una piccola sosta, è possibile incamminarsi sulla via del ritorno passando nei pressi della malga Stadlalm.

Escursione delle Leggende

L’escursione delle Leggende presso il Lago di Carezza è un trekking di media difficoltà. Il percorso ha un dislivello di 700 metri e una lunghezza totale di 11 km, per circa 3 ore di cammino. Camminando attraverso i prati di Latemar si arriva alla baita Mitterleger. Si prosegue sulla strada forestale per giungere infine a Nova Levante. Qui si prende il sentiero 7 che vi condurrà al punto di partenza.

Anello Lago di Carezza

Si può fare il bagno?

Trattandosi di un’area protetta, il lago non è balneabile. Potrete fare un giro sulle sue rive e rilassarvi sulle panchine con vista panoramica, ma purtroppo non si può fare il bagno nelle sue acque cristalline. Il lago è ricco di fauna ittica, pertanto è consentita la pesca sportiva a patto di rispettare le tabelle di confine della riserva di pesca.

Mappa del sentiero

I sentieri in Alto Adige sono sempre molto ben segnalati, soprattutto quelli più frequentati. Si possono infatti trovare sia delle belle mappe escursionistiche della zona sulla cartellonistica all’imbocco dei sentieri, sia segnavia ben chiari lungo il percorso.

Nel caso foste interessati ad intraprendere un’escursione più impegnativa, vi consiglio di visitare il sito Carezza.it, in cui sono indicati i sentieri aperti, con relative indicazioni per percorrerli.

Molto utili sono poi applicazioni come Sentres e Wikiloc. Sentres è una vera e propria guida turistica dell’Alto Adige, in cui è possibile trovare anche mappe dei sentieri con relativa traccia GPX e informazioni sulla zona. Wikiloc invece è una piattaforma in cui gli utenti possono condividere i propri percorsi a piedi o in bicicletta, ottima per trovare spunti per trekking interessanti, leggere le esperienze di altri camminatori e visualizzare le tracce GPX.

Escursioni vicino al Lago di Carezza

L’Alto Adige è davvero il paradiso degli escursionisti. Nei dintorni del Lago di Carezza si possono trovare moltissime passeggiate che meritano di essere percorse ed elencarle tutte sarebbe davvero impossibile. Tuttavia sul blog trovi un articolo in continua evoluzione dedicato alle Più Belle Escursioni in Alto Adige, in cui proseguirò ad aggiungere contenuti man mano che esplorerò nuove gite in questa zona.

Meteo e Stagioni

La zona del Lago di Carezza offre la possibilità di fare escursioni durante tutto l’anno. Alcuni percorsi passano principalmente all’interno dei boschi e sono perfetti per le calde giornate d’estate. Altri sono più panoramici e vale la pena percorrerli nelle mezze stagioni, quando le giornate sono più miti. Inoltre, nei dintorni sono presenti diverse escursioni invernali da fare con le ciaspole. È tuttavia importante ricordare che il Lago di Carezza è una meta molto gettonata, per cui soprattutto nelle belle giornate di agosto, non è raro trovare i sentieri abbastanza affollati.

Come raggiungere il Lago di Carezza e dove posteggiare

Scopriamo quindi come arrivare al Lago di Carezza e dove parcheggiare. Ci sono diverse soluzioni adatte ad ogni esigenza, comodissime per raggiungere il lago e passare una splendida giornata immersi nella natura.

Come arrivare in auto

Per arrivare al Lago di Carezza da Bolzano bisogna prendere la strada SS241 per Val d’Ega-Nova Levante e seguire le indicazioni per Cardano. In soli 40 minuti si arriva davanti al lago. Arrivando dall’A22 dal Brennero, si dovrà invece uscire a Bolzano Nord e alla rotonda prendere l’uscita per Val d’Ega.

Dove posteggiare

Una volta arrivati al lago troverete un parcheggio a pagamento sul lato opposto della strada; i posti sono limitati per cui è bene arrivare in anticipo nei periodi di alta stagione. Il parcheggio ha un costo di 1 euro l’ora e permette di raggiungere in lago semplicemente attraversando la strada. In alternativa ci sono diversi parcheggi gratuiti, con possibilità di sosta camper, lungo la strada Statale 241 o nei paesini nei dintorni. Quest’ultima alternativa è forse più scomoda, ma la consiglio in quanto permette di camminare fino al lago lungo bei sentieri battuti, ammirando gli splendidi paesaggi circostanti e una bellissima veduta del Lago di Carezza dall’alto.

Veduta del Lago di Carezza

Come arrivare in bus

Se non si vuole arrivare in auto, si può agevolmente prendere uno dei bus che collegano le città circostanti al Lago di Carezza. Da Bolzano è possibile prendere il bus 180, che in circa 45 minuti porta proprio davanti al lago. Da Moena si può invece prendere il bus 101 e poi cambiare a Vigo di Fassa, il biglietto ha un costo di 4 euro.

Come arrivare in treno

Come arrivare in treno al Lago di Carezza? Se abitate a Milano o in altre città lontane, potete prendere un treno Frecciarossa o Regionale fino a Bolzano e da lì potete prendere il bus 180 che vi condurrà direttamente nei pressi del lago. Gli orari dei treni e degli autobus sono molti, quindi potrete comodamente fare la vostra passeggiata e rientrare in città in serata.


Hai trovato informazioni utili per fare un’escursione al Lago di Carezza?

Hai altri sentieri da suggerire o ti servono chiarimenti?

Lasciami un commento qui in fondo alla pagina!

Condividi l’articolo su Pinterest e sui social!

Lago di Carezza

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.