Escursione a Monesteroli: alla scoperta del borgo irraggiungibile

Il borgo di Monesteroli si trova in provincia di La Spezia, in Liguria, in località Tramonti, immerso nel meraviglioso Parco Nazionale delle Cinque Terre. Insieme a Fossola e Schiara, Monesteroli rappresenta una delle borgate del piccolo comune di Biassa. È raggiungibile solamente in barca oppure tramite l’iconica scalinata in pietra senza ringhiera a picco sul mare. Di seguito trovi le indicazioni per tutti i principali percorsi per affrontare l’escursione a Monesteroli. Ci tengo a sottolineare che le indicazioni riguardo i tempi di percorrenza in questo caso sono da ritenersi puramente indicative: data la ripidità della scalinata, le tempistiche possono variare molto in base al livello di allenamento della persona.

INDICE

Escursione da Campiglia a Monesteroli

Uno dei punti migliori per intraprendere l’escursione a Monesteroli è indubbiamente Campiglia. Da qui l’escursione, considerando sia andata che ritorno, si aggira attorno alle 3 ore circa. Da Campiglia si prende il sentiero 535 (ex sentiero 4B) in prossimità della Locanda Tramonti, situata subito dopo la chiesetta ed il belvedere, che conduce fino alla località di Fossola. Il sentiero si snoda immediatamente nel Parco Nazionale delle Cinque Terre, tra boschi di lecci e vigneti vista mare.

Dopo circa un chilometro e mezzo si incontra la Fontana di Nozzano, costruita nel 1805 dalle truppe di Napoleone. Al suo interno è talvolta possibile vedere dei tritoni. Ricordati di riempire la borraccia in quanto questo è l’ultimo punto acqua che incontrerai lungo il sentiero.

Scalinata Grande, Monesteroli
La Scalinata Grande di Monesteroli

Il sentiero prosegue quindi verso mare, portandoti direttamente sul sentiero 536, sulla cima della spettacolare Scalinata Grande: 1100 gradini per un dislivello di circa 400 metri (1 km totale di scale!). Il primo tratto, seppur faticoso, risulta tuttavia piuttosto agevole, con larghi gradoni in pietra non eccessivamente ripidi. Tuttavia, più si scende e ci si avvicina al borgo, più la scalinata si fa ripida e a strapiombo. In alcuni tratti sembra quasi che termini direttamente in mare! Procedi lentamente, facendo attenzione a dove metti i piedi.

Ben presto si raggiunge il borgo di Monesteroli. Fermati a riprendere fiato e ad ammirare questo incredibile lavoro dell’uomo: le casette sono perlopiù in buono stato e tutto attorno a te puoi ammirare un panorama davvero incredibile sul mare.

Dal borgo è possibile raggiungere anche la spiaggia di Monesteroli, seppur il sentiero sia attualmente poco agevole a causa di una frana avvenuta non troppo tempo fa. Il dislivello del borgo rispetto al mare è di circa 30/40 metri e consiglio di prestare la massima attenzione qualora decidessi di scendere fino alla spiaggia.

A questo punto non ti resta altro da fare che affrontare nuovamente la scalinata, questa volta in salita. Il primo tratto a salire è sicuramente il più impegnativo, tanto che in certi momenti più che una scalinata sembra di trovarsi di fronte ad un muro verticale di pietra!

Escursione da Biassa a Monesteroli

In maniera analoga al sentiero precedente, la Scalinata Grande per Monesteroli si può raggiungere anche da Biassa.  Si imbocca il sentiero 504 nel bosco, seguendo il segnavia caratterizzato da un tratto orizzontale bianco e uno rosso. Dopo poco si incontra il cartello che indica la deviazione per Monesteroli lungo il sentiero 536. Ben presto ti troverai di fronte alla Scalinata Grande, lungo lo stesso sentiero descritto nel paragrafo precedente.

Il Panorama dal Borgo di Monesteroli
Il Panorama dal Borgo di Monesteroli

Escursione da Riomaggiore a Monesteroli

Qualora desiderassi fare un’escursione più lunga, puoi raggiungere Monesteroli anche partendo dalle Cinque Terre, da Riomaggiore nello specifico. Dal paese di Riomaggiore si imbocca il sentiero che conduce fino al Santuario della Madonna di Montenero, salendo poi fino al Colle del Telegrafo. Successivamente si prosegue lungo la strada asfaltata fino a raggiungere la Chiesetta di Sant’Antonio. Si prosegue quindi lungo il sentiero 504 che conduce fino all’imbocco della Scalinata Grande. Da qui puoi poi seguire i consigli e le indicazioni fornite nel paragrafo precedente.

Trekking a Schiara e Monesteroli

Se ti dicessi che le Cinque Terre in realtà non sono cinque ma sette? Pur essendo ligure e abitando non troppo distante dalla Costa dei Tramonti, io per prima fino a poco tempo fa non sapevo nulla dell’esistenza dei due ulteriori borghi di Biassa e Campiglia, ancora non presi d’assalto dal turismo di massa. Ciò che probabilmente ancora le preserva è indubbiamente la loro posizione: piccoli borghi, a loro volta suddivisi in frazioni ancora più piccole, difficilmente raggiungibili in quanto aggrappati alla roccia a strapiombo sul mare. Campiglia si suddivide nelle minuscole frazioni di Persico e Navone, mentre Biassa è formata dalle altrettanto piccole località di Fossola, Monesteroli e Schiara.

Il trekking a Schiara e Monesteroli non è certo uno scherzo e richiede molto allenamento. Schiara infatti, in maniera similare a Monesteroli, è raggiungibile attraverso una scalinata che conta ben 700 gradini! Se si calcolano quindi i 700 gradini per scendere fino a Schiara, da percorrere poi nuovamente a salire, e successivamente i 1100 gradini per arrivare a Monesteroli, da percorrere anch’essi nuovamente al ritorno, si ottiene un totale di circa 4000 scalini! Non te la senti? La buona notizia è che puoi suddividere la gita e visitare i due borghi in giornate diverse.

Escursione a Monesteroli, Scalinata Grande
Un tratto della Scalinata Grande che scende a Monesteroli

L’imbocco del sentiero 4B è sempre lo stesso descritto in precedenza e si trova nei pressi della Locanda Tramonti. Dopo poco si incrocia sulla sinistra il bivio per Schiara, che conduce nei pressi della Chiesa di Sant’Antonio, da cui sono ben visibili le casette dei contadini e dei pescatori aggrappate alla montagna. A Schiara non c’è la spiaggia, ma un tranquillo scalo di pescatori. Dopo aver respirato a pieni polmoni l’aria di mare aver fantasticato in questo luogo in cui il tempo sembra essersi fermato, si risale percorrendo la stessa scalinata. A questo punto ci si ricongiunge col sentiero 4B e si seguono le indicazioni per Monesteroli che trovi descritte nel paragrafo relativo all’escursione da Campiglia a Monesteroli.

Tra Scale e Vertigini: Consigli e Sicurezza

Come penso ormai avrai capito, pur non trattandosi di un’escursione pericolosa, indubbiamente richiede un pò di allenamento e soprattutto di attenzione. Di seguito alcuni consigli rapidi per affrontare la gita a Monesteroli:

  • Porta acqua a sufficienza (e magari anche uno snack).
  • Il sentiero è completamente esposto al sole e alle intemperie, lo sconsiglio dunque in estate nelle ore centrali della giornata o in caso di maltempo.
  • Controlla sempre il meteo prima di partire. Come appena detto, la scalinata è completamente esposta al sole, al vento e alla pioggia senza nessuna possibilità di trovare riparo.
  • Soffri di vertigini? Allora forse non è il sentiero adatto a te. Io ne soffro abbastanza e, pure essendo abituata a fare trekking sui monti, devo ammettere di aver sofferto tantissimo. Il panorama è davvero meraviglioso, ma non so se lo rifarei.
  • Indossa scarpe e vestiti adatti. Insomma, preparati ad affrontare 1100 gradini a scendere e altrettanti a salire!
  • Come già detto, le indicazioni sui tempi di percorrenza sono molto indicative. La ripidità della scalinata rende infatti impossibile stabilire delle tempistiche che vadano bene per tutti. Ti consiglio quindi di calcolare un margine di tempo più ampio rispetto a quello indicato.
Il panorama sulla Costa dei Tramonti
Il panorama verso levante sulla Costa dei Tramonti

La Stagione e l’Orario migliore per andare a Monesteroli

Il clima mite della Liguria permette di percorrere le escursioni nel Parco Nazionale delle Cinque Terre in tutte le stagioni. In questo caso però bisogna tenere assolutamente conto dell’estrema esposizione della scalinata agli agenti atmosferici. Indubbiamente la stagione migliore per percorrerla è la primavera. Tuttavia anche una bella giornata invernale potrebbe essere indicata, a patto di verificare sempre il meteo prima di incamminarsi. D’estate è invece consigliabile percorrerla preferibilmente la mattina presto o nella seconda parte del pomeriggio, quando il caldo si fa un pò meno intenso.

È possibile Dormire a Monesteroli?

Sebbene alcune case del borgo siano state adibite a luoghi di villeggiatura, non sono ancora riuscita a trovare indicazioni sul web su come affittarle. Se desideri alloggiare proprio nelle vicinanze dei sentieri, puoi prendere in considerazione le strutture presenti a Campiglia, o in alternativa puoi soggiornare a Levanto, alle Cinque Terre (Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore) oppure a La Spezia, raggiungendo poi in macchina o con i mezzi l’imbocco dei sentieri escursionistici.

Raggiungere Monesteroli con i mezzi e dove parcheggiare

Sia che si arrivi da Levante, quindi da Levanto o dalle Cinque Terre, sia che si parta da La Spezia, consiglio di prendere come riferimento la frazione di Campiglia. Nel piccolo borgo è infatti possibile trovare un bar, qualche fontanella e un piccolo alimentari in cui fare rifornimento di acqua e cibo in caso di necessità.

In autobus. Campiglia è raggiungibile in autobus partendo da La Spezia grazie alla linea 20, anche se le corse non sono molto frequenti.

In auto e in moto. La soluzione ideale è raggiungere Campiglia con un proprio mezzo di trasporto. È possibile posteggiare nei pressi del paese, poco distanti dall’imbocco del sentiero.


Hai trovato tutte le indicazioni che ti servivano per la tua escursione a Monesteroli? Vuoi suggerire altri itinerari o ti servono delle informazioni? Lasciami un commento qui in fondo alla pagina!

Condividi l’articolo su Pinterest e sui social!

Escursione a Monesteroli
Escursione a Monesteroli

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.