Cosa vedere a Zara: cosa fare in città in un giorno

La Croazia è una meta turistica conosciuta soprattutto per la bellezza delle sue coste, ma pochi sanno che alcune delle sue città nascondono veri tesori e sono ricchissime di storia, cultura e attività interessanti. Una di queste è Zara (in croato Zadar), ricca di opere e monumenti risalenti alle epoche più disparate, da quella romana a quella moderna, alternate alla bellezza del mare e del territorio.

Zara è una città che mi ha conquistata al primo sguardo, con il suo centro storico e la stupenda passeggiata sul mare, dove si trova anche il sorprendete organo marino.

Ho cercato quindi di riassumere le cose da vedere a Zara e suggerimenti per visitare la città, sia per chi si ferma solo un giorno, sia per chi desidera fermarsi qualche giorno in più.

La storia della città

Prima di tutto partiamo con una breve panoramica riguardante la storia della città.

Il motivo che giustifica l’abbondanza di monumenti è la frequenza con la quale Zara è stata assediata, saccheggiata, ricostruita e riportata al suo originale splendore. Fin dai tempi degli antichi Romani, quando Zara era una colonia dell’impero, la città si espanse notevolmente, divenendo a tutti gli effetti un centro urbano di spicco, che tuttavia entrò in una fase di stallo a seguito delle invasioni barbariche avvenute nell’Alto Medioevo.

Al termine di questo periodo, l’architettura e l’arte della città subirono profonde influenze bizantine, anche per via del forte spirito religioso che caratterizzata questo popolo . Seguì un’epoca di massimo splendore e prosperità, complice il fiorente commercio nel Mare Adriatico, e durante la quale l’assetto della città cambiò radicalmente, non soltanto a seguito dell’edificazione di architetture religiose, ma anche della costruzione di una vera fortificazione che la trasformò in una vera e propria fortezza.

Vari passaggi da una dominazione all’altra (prima austriaca e poi italiana), oltre agli orrori della Seconda Guerra Mondiale e della Guerra d’Indipendenza Croata, determinarono gli ultimi passi nell’ascesa di Zara, che divenne gradualmente sempre più accogliente e ricca, fino a diventare oggi una meta turistica di grande interesse.

Cosa vedere a Zara

Zara è una città in grado di offrire moltissimo a un turista, qualunque siano le sue preferenze. Di seguito vedremo alcuni spunti su cosa vedere a Zara in un giorno.

Le mura della città fortificata e il foro: i simboli di uno splendore antico

Durante la dominazione italiana nel ‘500, aleggiava la minaccia di una possibile invasione da parte degli ottomani, che avevano lo sguardo puntato su proprio su Zara. Per impedire che l’impero assediasse la città, i veneziani eressero una possente fortificazione di mura in calcare candido, lungo le quali si trovavano solo due interruzioni, costituite dalla Porta di Terra e dalla Porta di Mare, simboli della perfetta armonia paesaggistica di questa città. La prima è imponente e prestigiosa, simbolo della potenza veneziana, mentre la seconda celebra la vittoria sull’Impero Ottomano durante la battaglia di Lepanto nel 1537.

Proprio in previsione di un eventuale attacco da parte dell’Impero Ottomano, che i veneziani temevano e si aspettavano, fu escogitato un sistema davvero ingegnoso per la raccolta di acqua potabile: i dominatori di Zara, infatti, si rendevano conto che, in caso avessero dovuto resistere a un assedio che si fosse protratto nel tempo, essere riparati dalle fortificazioni non sarebbe stato sufficiente a garantire la sopravvivenza, pertanto avrebbero dovuto procurarsi anche le risorse minime necessarie. Ecco allora che nacque quella che oggi è conosciuta come Piazza dei 5 Pozzi, che prende il nome dalle strutture disposte in fila all’ombra del bastione, adibiti un tempo alla raccolta di acqua pulita da una grande cisterna. I pozzi vengono illuminati dal basso durante le ore serali, pertanto è questo il momento migliore per visitare la piazza, quando assume un aspetto più suggestivo.

Altrettanto importante, sebbene precedente in termini cronologici, è il foro romano. Costruito per volontà di Augusto e riscoperto solo nel 1930, rappresentava il centro nel quale venivano svolte tutte le attività, e per questo motivo ospitava un tempio e una basilica, che purtroppo oggi sono andati distrutti (ne rimangono visibili solo alcuni frammenti). Tuttavia, il foro rimane un ottimo posto per passeggiare e fare una pausa.

cosa vedere a Zara Croazia

L’architettura religiosa di Zara

La Chiesa di San Donato, per chi ama l’architettura e la storia, rappresenta un’attrazione imperdibile, dal momento che si tratta di uno dei più spettacolari esempi di arte bizantina, perfettamente conservata dall’anno della sua edificazione, avvenuta nell’800. Immediatamente riconoscibile già dall’esterno, per via della sua silhouette imponente e composta da linee arrotondate, all’interno presenta un arredamento decisamente più semplice, ma la chiesa viene spesso allietata da spettacoli ed eventi musicali.

Addirittura precedente è invece la costruzione della Cattedrale di Sant’Anastasia, una chiesa paleocristiana edificata nel 300, destinata ad essere inserita presto all’interno del Patrimonio dell’Umanità UNESCO. I suoi interni non sono molto battuti dai visitatori, ma la vera attrazione è rappresentata dalla salita sul campanile, dalla cui cima sarà possibile ammirare il panorama su tutta la città, incluso il Foro Romano e i Monti Velebit in lontananza.

Chiesa San Donato Zara
La Chiesa di San Donato, Zara – Photo by Lothar Boris Piltz on Unsplash

L’organo marino

Tra le cose da vedere a Zara non è possibile non citare l’organo marino. Posto proprio sulla punta della penisola formata dall’antica città, è in grado di regalare brividi a chiunque grazie alle sue magiche melodie.

Si tratta dell’opera di un artista contemporaneo, Nikola Bašić, che per regalare un tocco di particolarità al lungo mare di Zara, installò dei gradini in marmo bianco che si immergono in acqua, insieme a un sofisticato sistema di tubi che, a contatto con il movimento del mare, riproduce i suoni armoniosi delle onde, seguendo il ritmo della natura e creando un’atmosfera davvero unica.

Trovare un posto in riva al mare dove sedersi non è facile, dal momento che si trova in una zona molto frequentata da turisti e fotografi, ma con un pò di pazienza e scegliendo l’orario giusto è possibile godere comunque di questa attrazione singolare.

Il saluto al sole

La tappa successiva è il Saluto al Sole, un complesso sistema di pannelli fotovoltaici disposti quasi a mosaico, che costituisce la naturale continuazione della visita alla città, nonché il gran finale. Queste celle, infatti, assorbono i raggi solari durante le ore del giorno, per poi iniziare a rilasciare l’energia ottenuta appena il cielo inizia a scurirsi, creando dei giochi di luce multicolore davvero suggestivi.

Quest’opera si presenta come un anfiteatro di 22 metri di diametro, lungo il quale vengono rappresentati il sole e i pianeti che gli ruotano intorno, ciascuno con la rispettiva orbita.

lungomare Zara organo marino
Il lungomare di Zara con l’Organo Marino e il Saluto al Sole – Photo by Pixabay

Cosa fare a Zara

Ora che abbiamo visto i principali punti di interesse, cerchiamo di capire come visitare Zara al meglio. Il primo consiglio che sento di dare è di spostarsi il più possibile a piedi, per non perdersi neanche un angolo di questa sorprendente città.

Il mercato di Pijaca

A piedi sarà possibile scoprire il mercato di Pijaca e passeggiare lungo i filari di banchi colorati. Questo mercato rappresenta una tradizione che prosegue ininterrottamente dal Medioevo, proponendo i colori e i profumi tipici della Croazia, frutta e verdura, ma anche la possibilità di assaggiare il formaggio di Pag e di vedere la Pescarija, ovvero il mercato del pesce.

Qui le proposte cambiano giornalmente, in modo che gli avventori possano sempre trovare del pesce fresco e tutto il necessario per preparare pietanze deliziose seguendo le ricette tipiche.

Musei da non perdere

Immediatamente dopo il mercato, in cima alla lista delle cose da fare a Zara c’è sicuramente la visita al Museo del Vetro, che raccoglie innumerevoli manufatti, sia di antichissima produzione (parliamo addirittura del I secolo), sia di moderna lavorazione. Ma il punto forte dell’esposizione è rappresentato sicuramente dalle numerose dimostrazioni che vengono svolte, con l’obiettivo di illustrare nella pratica le diverse tecniche di lavorazione e di soffiatura.

Chi invece si diletta di archeologia in senso più ampio, apprezzerà il Museo Archeologico, nei pressi della Chiesa di San Donato. Qui sono raccolte testimonianze di ogni epoca e di ogni civiltà che si è succeduta in questo territorio, corredate da traduzioni in inglese e da alcune nozioni di base, utilissime per inquadrare i reperti all’interno della storia di Zara e dell’intera Croazia. Occorre comunque prepararsi a dedicare parecchio tempo alla visita di questo museo, dal momento che è costituito da molte sezioni molto ricche.

Un momento di relax: le spiagge di Zara

Infine, chi visita Zara può concedersi un momento di riposo godendo anche di un ottimo panorama scegliendo tra le spiagge della città, bagnata dal magnifico mare della Croazia.

Tra le molte, si può menzionare Kolovare, una spiaggia attrezzata che mette a disposizione dei turisti tutte le comodità per mettersi comodi e ripararsi dal sole. Meta perfetta per le famiglie e per chi cerca attività per svagarsi e, magari, un buon ristorante sul mare. Tutto ciò, in una spiaggia che si è guadagnata la bandiera blu per la pulizia.

In alternativa si può visitare Borik Beach, facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici (dista solo 4 km dal centro storico) e destinazione privilegiata da parte degli abitanti del luogo. Adiacente a questo lido, si trova quello di Diklo, meno turistico per via della conformazione a ciottoli, ma molto suggestivo.

Zara croazia spiaggia mare
Photo by Bas van den Eijkhof on Unsplash

Consigli utili

La Croazia fa parte dell’Unione Europea dal 2009: dal 1 gennaio 2023 la moneta tradizionale, le Kune croate, sono state sostituite dall’euro. È ora quindi possibile viaggiare in Croazia pagando tranquillamente in euro o con carta.

Infine, ogni volta che ci si reca all’estero, è bene domandarsi se sia il caso di sottoscrivere un’assicurazione di viaggio, anche qualora non sia obbligatoria. Cambiando nettamente ambiente e stile di vita, infatti, può accadere di avere necessità di assistenza medica, così come possono avvenire degli imprevisti che costringono al rientro o ad annullare la partenza.

Il consiglio è, quindi, di ricorrere a un’agenzia assicurativa affidabile come Heymondo per trovare la soluzione che più risponde alle proprie necessità.

Assicurazione Heymondo
Ottieni il 10% di sconto sull’assicurazione Heymondo

Come ottenere il 10% di sconto sull’assicurazione di viaggio:

Leggi la recensione completa delle polizze Heymondo – Clicca qui

Cosa mangiare a Zara: cucina tipica

Infine, un viaggio non è completo se non si prova la cucina locale. Zara è una città di mare, e come tale i piatti tipici sono a base di pesce, specialmente arselle, molluschi o crostacei, come gli scampi. Il tutto condito con olio extra vergine di oliva ed erbe dal sentore tipico mediterraneo, che aleggia tra i tavoli di qualsiasi ristorante.

L’influenza delle dominazioni che si sono succedute nei secoli è resa evidente specialmente anche non cucina, soprattutto nelle modalità di preparazione, tra le quali prevale la cottura al vapore ma anche quella allo spiedo, riservata soprattutto all’agnello e al manzo marinato (chiamato pasticada).

Il dolce tipico invece è il rozata, che ricorda molto il nostro créme caramel preparato con le uova.

In accompagnamento, il territorio croato è molto fertile e generoso, e offre una gran varietà di vini bianchi e rossi tra i quali scegliere. 

Cosa fare e cosa vedere a Zara
Cosa fare e cosa vedere a Zara – Photo by Pixabay

Come arrivare a Zara

Raggiungere Zara partendo dall’Italia è possibile in diversi modi.

Chi preferisce viaggiare in auto o in moto, può percorrere l’autostrada E65/A7 partendo da Trieste e attraversando la Slovenia, seguendo le indicazioni per Zara fino allo svincolo con la E71/A1.

Noleggia un’auto in Croazia: scopri disponibilità e offerte su Discover Cars.

In alternativa, per chi non gradisce l’impegno del tragitto in moto o in auto, sono disponibili alcune soluzioni che prevedono l’impiego dei mezzi pubblici. Cominciamo con l’aereo: l’aeroporto di riferimento è quello di Venezia, ma purtroppo non esistono voli diretti. Sarà dunque necessario fare scalo a Zagabria, Dubrovnik o Spalato, per poi arrivare a Zara tramite un volo interno.

In traghetto è molto più semplice: da Ancona partono delle traversate dirette.

In alternativa è possibile consultare le tratte percorse dagli autobus low cost Flixbus dall’Italia a Zara.

Cosa vedere vicino a Zara

Chi ha a disposizione più giorni e può permettersi un giro nei dintorni di Zara, può visitare anche l’isola di Pago, famosa per la sua acqua cristallina e la spiaggia confortevole, facilissima da trovare grazie alle numerose indicazioni che vengono fornite lungo la strada. Altre isole da visitare sono le Coronate, sulle quali è possibile organizzare una vera e propria escursione.

Ma le bellezze naturalistiche non si esauriscono qui. Il Parco Krka è da molti considerato il più bello di tutto il Paese, e dista solo un’ora di macchina dalla città.

Infine, i Laghi di Plitvice rappresentano l’attrazione perfetta per gli appassionati di natura che amano le lunghe passeggiate all’aria aperta. Per dedicare a questo paradiso il giusto tempo, sarebbe preferibile trascorrere la notte nelle vicinanze, o perlomeno partire al mattino presto e rimanere fino a sera.

Escursioni e visite guidate partendo da Zara:

Dove dormire a Zara

Zara, in quanto città turistica, offre numerose soluzioni di alloggio vicino al centro, tra hotel e b&b. Scopri tutte le offerte e le disponibilità su Booking, oppure utilizza il box di ricerca qui sotto.

Booking.com

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.