Scopri la Basilica di Carignano di Genova: la Storia e le Visite Guidate

La Basilica di Santa Maria Assunta è un gioiello storico-artistico situato a Genova, nel quartiere di Carignano, e riconosciuto come uno dei maggiori esempi di architettura rinascimentale della città.

Opera dell’architetto Galeazzo Alessi, questa imponente chiesa era originariamente la chiesa gentilizia della famiglia Sauli. Costruita tra il 1552 e il XIX secolo, ha subito numerosi interventi e modifiche nel corso degli anni.

Oggi, la basilica non è solo un importante luogo di culto ma anche un attrazione culturale, visitabile prendendo parte a visite guidate che permettono di immergersi nella storia della basilica di Carignano, oltre che di ammirare Genova dall’alto!

In pillole

  • La Basilica di Carignano è un esempio significativo di architettura rinascimentale a Genova.
  • Galeazzo Alessi è l’architetto dietro il progetto della basilica.
  • Storicamente, la chiesa apparteneva alla famiglia Sauli.
  • La costruzione è durata dal 1552 al XIX secolo con diversi interventi.
  • Oggi la basilica offre visite guidate organizzate da Kalatà.
  • Prenotare una visita è un modo per esplorare il ricco patrimonio culturale della chiesa, oltre che di ammirare Genova dall’alto.

La Basilica di Santa Maria Assunta in Carignano

La chiesa di Carignano, ufficialmente conosciuta come Basilica di Santa Maria Assunta, è situata in una posizione preminente sulla collina di Carignano, contribuendo al distintivo panorama di Genova. Questa basilica rappresenta una delle opere più importanti dell’architettura genovese, e offre viste spettacolari grazie ai suoi quattro prospetti identici.

La Basilica di Carignano è stata inoltre teatro di funerali di figure illustri, tra cui il noto cantautore Fabrizio De André nel 1999.

Basilica di Carignano Genova
Visita la Basilica di Carignano, a Genova

La posizione e l’importanza della Basilica

La basilica, costruita a croce greca, può essere visibile da molti punti della città, diventando un punto di riferimento per abitanti e visitatori. La sua posizione elevata non è solo un segno di status tra gli edifici religiosi di Genova, ma anche un masterplan di urbanistica per il contesto cittadino.

L’architettura e lo stile rinascimentale

Con la sua caratteristica architettura rinascimentale, la basilica si ispira alla famosa Basilica di San Pietro progettata da Giuliano da Sangallo. La facciata attuale, disegnata da Carlo Barabino, è il risultato di un rifacimento ottocentesco che ha incluso anche la creazione delle scalinate di accesso. Le proporzioni equilibrate e la simmetria degli elementi architettonici riflettono i principi del Rinascimento, sottolineando l’importanza della geometria e dell’armonia nel design.

La facciata della Basilica di Santa Maria Assunta, Carignano Genova
La facciata della Basilica di Santa Maria Assunta

Storia della Basilica di Carignano

La storia della basilica di Carignano ha inizio nel 1481, quando Bandinello Sauli, un patrizio genovese, decise di intraprendere questo grandioso progetto. Tuttavia, fu solo nel 1552 che i lavori presero realmente avvio, grazie all’intervento dell’architetto Galeazzo Alessi.

La famiglia Sauli svolse un ruolo fondamentale nel concepire e finanziare la costruzione della basilica. Bandinello Sauli fu il primo ad immaginare questa grande opera, ma ci vollero diversi decenni prima che il progetto acquisisse slancio concreto.

Galeazzo Alessi, noto architetto del Rinascimento, fu incaricato di dirigere i lavori della basilica di Carignano. Anche se tenuto impegnato da altri progetti, Alessi mantenne una stretta supervisione sulla costruzione attraverso una fitta corrispondenza con colleghi genovesi, assicurando che la sua visione architettonica fosse rispettata.

La costruzione della Basilica di Santa Maria Assunta fu un’impresa che si prolungò per vari secoli, divenendo un simbolo di perseveranza. Durante questo periodo, l’edificio assunse diversi ruoli, passando da abbazia a basilica minore, fino a diventare una parrocchia territoriale nel XX secolo. Ogni fase della sua storia ha contribuito ad arricchire la storia della basilica e a consolidare la sua importanza nella comunità locale.

Gli interni della Basilica di Carignano, Genova
Gli interni della Basilica di Carignano, Genova

Opere d’Arte e Sculture all’Interno della Basilica

L’interno della Basilica di Carignano ospita una straordinaria collezione di opere d’arte, tra le quali spiccano notevoli sculture e dipinti di epoca barocca. L’atmosfera sacra è amplificata dalla ricca decorazione degli altari e delle volte.

Le sculture

Le sculture di Pierre Puget e Filippo Parodi nella basilica sono considerati autentici capolavori del barocco genovese. Le statue dei santi e degli apostoli sono caratterizzate da una profonda espressività e maestria tecnica, rendendo omaggio alla grandezza spirituale dei soggetti rappresentati.

I dipinti

Oltre alle sculture, la basilica vanta una collezione di dipinti di grande rilievo, opera di celebri artisti come Domenico Piola, Carlo Maratta e Guercino. Queste opere d’arte arricchiscono ulteriormente l’immenso patrimonio artistico della basilica. La combinazione di soffitti bianchi e l’opulenza dell’altare maggiore in marmo e bronzo sottolineano la grandiosità del luogo.

visita guidata della Basilica di Carignano, Genova
Partecipa alla visita guidata della Basilica di Carignano, Genova

Visita Guidata alla Basilica di Carignano

La visita guidata alla Basilica di Carignano è un’esperienza che permette di scoprire gli angoli nascosti e la ricca storia di questo magnifico monumento. Attraverso percorsi organizzati, è possibile ammirare da vicino non solo alcune delle opere d’arte, ma anche di comprendere appieno l’importanza storica e culturale dell’edificio. Oltretutto, i ragazzi di Kalatà vi accompagneranno a visitare i tetti della basilica, per ammirare sia l’architettura esterna, sia il grandioso panorama su Genova e sul mare.

Le visite guidate della basilica sono gestite da Kalatà, un’organizzazione che offre approfondimenti unici e percorsi fuori dall’ordinario. Le guide esperte di Kalatà impartiscono informazioni dettagliate sulla struttura architettonica e sulla storia della basilica, rendendo ogni tour un’occasione educativa e affascinante.

La prenotazione delle visite guidate può essere effettuata facilmente online attraverso il sito di Kalatà. Le visite avvengono di venerdì, sabato e domenica (ora anche con visite guidate al tramonto!) e durano poco più di un’ora.

Orari delle visite guidate:

  • Sabato, domenica e festivi: 10.00 | 15.00 | 16.30
  • Venerdì e sabato: 19.00 | 21.00 (dal 21 giugno)

Prezzo del biglietto:

  • Biglietto intero € 14
  • Biglietto ridotto € 12
Il panorama dalla Basilica di Carignano, Genova
panorama dalla Basilica di Carignano, Genova

Orari di Apertura della Basilica

È possibile visitare la chiesa anche autonomamente, senza prendere parte alla visita guidata. Gli orari di apertura della Basilica di Carignano sono pensati per garantire l’accesso al pubblico in diverse fasce orarie della giornata. Generalmente, la Basilica è aperta dal lunedì al sabato dalle 10:00 alle 18:00 e la domenica dalle 13:00 alle 18:00. Si consiglia di verificare eventuali modifiche negli orari durante le festività religiose o eventi speciali.

Eventi Speciali e Manifestazioni

La Basilica di Carignano non è solo un sito di valore storico e artistico, ma rappresenta anche un punto nevralgico per la comunità genovese, ospitando numerosi eventi religiosimanifestazioni culturali.

Ogni anno la basilica accoglie una varietà di manifestazioni culturali che spaziano da concerti di musica sacra a mostre d’arte. Questi eventi attirano non solo i fedeli, ma anche appassionati d’arte e cultura, rendendo vivi gli spazi sacri attraverso complete esperienze culturali.

Come Raggiungere la Basilica di Carignano

Raggiungere la Basilica di Carignano a Genova è semplice grazie alla sua centralità e alla vasta rete di trasporti disponibili.

Per chi si trova già in città, una delle opzioni migliori è utilizzare i trasporti pubblici. Le linee di autobus di Genova offrono fermate vicine alla chiesa, rendendo l’accesso estremamente agevole. Molti visitatori preferiscono un percorso a piedi, per godere delle meraviglie architettoniche e delle suggestive vie cittadine che conducono alla maestosa piazza di Carignano.

Se invece arrivate da fuori Genova, la soluzione più rapida è tramite treno o auto. Le due stazioni ferroviarie principali della città, ossia Genova Piazza Principe e Genova Brignole, sono ben collegate con i principali centri italiani. Da lì, è possibile prendere un autobus o un taxi per raggiungere direttamente la basilica di Carignano. In alternativa, se come me amate camminare, potete percorrere la distanza a piedi, scoprendo gli affascinanti scorci del centro storico della città.

Per chi preferisce arrivare in auto, sono disponibili diversi parcheggi a pagamento nei pressi della basilica. Seguire le indicazioni stradali per il centro di Genova vi condurrà facilmente alla destinazione.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.