Volo cancellato: cosa fare per ottenere il rimborso e consigli utili per viaggiare

Hai avuto la sfortuna di trovarti con un volo improvvisamente cancellato a poche ore dalla partenza? Non sei l’unico: sono tante altre persone nella tua stessa condizione. Si tratta infatti di un periodo di forte caos per le compagnie aeree, che stanno cercando di uscire dalla crisi economica che il Covid ha portato nel settore turistico, dovendo però fare i conti con il taglio del personale e con l’esigenza di far quadrare il bilancio.

Seppure i viaggi sono ricominciati a un ritmo sostenuto, due anni di stop sono stati significativi e spesso a pagarne le conseguenze sono proprio i clienti che, già con le valigie in mano, si trovano a dover fare i conti con improvvisi ritardi e cancellazioni.

Cerchiamo di capire come ottenere il rimborso o un indennizzo e in quali casi spetta o meno al viaggiatore.

Le cause delle cancellazioni

Anche in passato poteva capitare che un volo venisse soppresso o subisse ritardi, ma negli ultimi mesi la situazione è divenuta a tratti paradossale. Alcune compagnie effettuano cancellazioni con una frequenza disarmante, non riuscendo a fare fronte alla richiesta, nonostante la ripresa importante del settore. Questo perché durante la pandemia sia il personale di volo che il personale di terra ha subito forti riduzioni di organico.

Nonostante siano stati richiamati all’appello tutti i lavoratori in cassa integrazione o in momentaneo stand by, non è stato possibile ripristinare la condizione di occupazione precedente. Questo anche perché parte dei fondi a disposizione delle compagnie sono attualmente destinati a coprire i debiti accumulati nei due anni passati. A questo aggiungiamo che la stagione estiva non è mai stata la più felice per quanto riguarda orari di partenze e ritardi. Non sorprende dunque come ora ci si trovi di fronte ad un vero e proprio caos.

Per affrontarlo al meglio e far valere i propri diritti è importante conoscere la Normativa Europea.

Cancellazione volo
Cosa fare in caso di cancellazione del volo

Cosa fare in caso di cancellazione volo

Solitamente, quando viene cancellato un volo, le compagnie offrono al cliente un’alternativa nella stessa giornata, cercando di arrecare il minor disturbo possibile al viaggiatore. Se tuttavia la soluzione proposta non fosse di proprio gradimento, l’unica via è quella di eseguire una diversa prenotazione e allo stesso tempo attivarsi per avere un rimborso pecuniario.

In alcuni casi puoi inoltre ottenere pasti gratuiti sul volo sostitutivo, il pernottamento in hotel oppure la possibilità di eseguire chiamate e inviare fax.

Sono molte le compagnie che si accordano con il cliente prima per una cifra forfettaria, giocando sulla rapidità dell’indennizzo e sull’inesperienza dei passeggeri per quanto concerne la Normativa Europea. Le alternative sono pertanto le seguenti:

  • accettare il volo alternativo proposto dalla compagnia
  • prenotare diversamente e richiedere un rimborso secondo le tempistiche previste
Normativa Europea diritti dei viaggiatori
Normativa Europea: consulta i diritti dei viaggiatori

I diritti dei viaggiatori: la Normativa Europea

Per quanto concerne la cancellazione di un volo, la Normativa Europea fa una distinzione rispetto a quanto la compagnia comunica al cliente la variazione o la soppressione della tratta.

Purtroppo, nel caso in cui l’informazione arrivasse più di 14 giorni prima, è possibile solo accettare il volo sostitutivo. Se questo dovesse non essere in linea con le proprie esigenze, non si otterrà alcun rimborso del prezzo pagato.

La situazione cambia nel caso in cui la comunicazione avvenga dal giorno 14 al giorno 1 prima della partenza. Il viaggiatore può presentare domanda di risarcimento secondo le seguenti casistiche:

  • 14-7 giorni antecedenti la partenza – la tratta alternativa offerta parte due ore prima e arriva 4 ore dopo 
  • 7-0 giorni antecedenti la partenza – la tratta alternativa offerta parte un’ora prima e arriva 2 ore dopo.

Un altro parametro da tenere in considerazione quando si richiede un rimborso è l’entità della tratta in termini di km. Per i viaggi fino a 1500 km l’importo sarà di 250 euro, per quelli fino a 3500 km di 400 euro e per quelli oltre questa soglia di 600 euro. Se però il viaggiatore accoglie la proposta del volo sostitutivo e questo non differisce di più di due ore rispetto all’orario stabilito, allora il rimborso sarà la metà del dovuto.

Ricorda che se il viaggio viene cancellato a causa di infezione da Covid 19, il cliente potrà ottenere il rimborso di tutto l’importo, a patto che presenti della documentazione attestante la sua condizione, scegliendo tra un rimborso vero e proprio oppure un voucher da poter spendere in futuro con la compagnia. 

Leggi il testo completo della Normativa EuropeaClicca qui

Come ottenere il risarcimento di un volo

Nel caso in cui ti trovassi nella condizione di avere il volo cancellato, se, secondo la normativa europea, hai diritto ad un risarcimento, dovrai rivolgerti alla compagnia aerea. In alcuni casi potrai contattare il servizio clienti e parlare direttamente con l’operatore, anche se sarebbe meglio fare il tutto in forma scritta.

Solitamente sul sito web della compagnia sono messi a disposizione form da compilare, così da poter procedere alla domanda e fare in modo che venga evasa nel minor tempo possibile. Le tempistiche per presentare la richiesta sono di 26 mesi in Italia.

Siti e servizi utili in caso di problemi:

AirHelp – visita il sito ufficiale

Rimborsoalvolo.it – visita il sito ufficiale

Volo cancellato cosa fare
Volo cancellato: cosa fare?

Consigli pratici per viaggiare in questo periodo

Visto il periodo di grande caos che sta attraversando attualmente il settore dei trasporti, di seguito ho cercato di individuare alcuni consigli utili per aiutarti ad affrontare un viaggio in aereo.

Date flessibili

Innanazitutto ti suggerisco, se possibile, di acquistare un biglietto flessibile, che certamente ha un costo superiore ma ti permette di spostare la partenza a tuo piacimento in caso di malattia o altri imprevisti. O comunque cercare di mantenere la massima flessibilità possibile nelle date.

Siti utili:

Verifica tariffe e orari dei voli sul portale KayakClicca qui

Soluzioni di viaggio alternative:

Viaggia con i mezzi pubblici, controlla orari e tratte di collegamento su OmioClicca qui

Sfrutta le promozioni Flixbus e viaggia in pullman – Clicca qui

Valuta i collegamenti in traghetto per raggiungere le isole – Clicca qui

Viaggia con lo zaino

Per evitare di doverti recare con troppo anticipo in aeroporto e rischiare di perdere il bagaglio da stiva per la mancanza del personale di terra, sarebbe meglio optare per un bagaglio a mano quando possibile, così da averla sempre a portata.

Detto questo, è importante sottolineare però che se il volo fosse pieno, spesso il personale chiede (o per meglio dire obbliga) i passeggeri a imbarcare comunque il proprio bagaglio a mano in stiva, dando la precendeza ai trolley. Un metodo (quasi) infallibile per evitare che questo avvenga è quello di lasciare a casa i trolley e viaggiare con lo zaino. Puoi utilizzare uno zaino che hai già a casa (facendo attenzione che rispetti le misure e non sia troppo grande) oppure valutare di acquistare uno zaino con misure conformi.

Conosci i tuoi diritti di viaggiatore

Leggi con attenzione i diritti dei viaggiatori prima di imbarcarti, con particolare attenzione alle regole interne stabilite dalla compagnia.

Infine, soprattutto se la tratta è lunga e costosa oppure tu stia visitando un paese estero, è sempre consigliabile acquistare un’assicurazione di viaggio. A questo proposito di consiglio l’assicurazione Heymondo.

Ottieni il 10% di sconto sull’assicurazione di viaggio Heymondo – Offerta valida solo prenotando attraverso il link presente in questa pagina.

Come ottenere lo sconto: clicca sul link presente in questa pagina, chiedi un preventivo sul sito web Heymondo, lo sconto verrà applicato automaticamente al tuo preventivo.

Volo cancellato rimborso

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.