Roma a piedi in un giorno

Roma, la “città eterna”, è indubbiamente una delle più belle città al mondo, ricca di storia, arte e cultura.

Ancora oggi sono visibili i segni del suo grandioso passato: fondata nel 753 a.C., Roma fu la prima grande metropoli dell’umanità e il suo impero arrivò ad estendersi su tutto il bacino del Mediterraneo e gran parte d’Europa. Fu luogo di origine della lingua e cultura latina, influenzando la società, la cultura, l’arte, l’architettura, la filosofia, la religione e la politica di tutto l’impero.

Roma è anche la sede del Papa e della cristianità cattolica, difatti ospita un vero e proprio stato all’interno della città stessa: la Città del Vaticano.

Insomma, la capitale è uno di quei luoghi che tutti dovrebbero visitare almeno una volta nella vita!

Vi voglio quindi proporre un itinerario a piedi che vi permetterà di visitare i principali luoghi di interesse della città  se avete a disposizione un solo giorno.

Come sempre, potete suddividere l’itinerario in più giorni, approfondire la visita dei singoli monumenti ed ampliare il giro!

Inoltre, in fondo alla pagina potete trovare la mappa del percorso!

 

Il Colosseo

Ogni volta che vado a Roma, amo cominciare le mie passeggiate dal Colosseo, per immergermi immediatamente nella storia della città!

Il Colosseo

Originariamente conosciuto come Anfiteatro Flavio, la sua costruzione fu completata dall’imperatore Tito nell’80 d.C., divenendo il più importante e imponente monumento dell’antica Roma. È in grado di contenere  tra i 50.000 e i 75.000 spettatori, ed anticamente vi si svolgevano gli spettacoli dei gladiatori ed altre manifestazioni pubbliche.

Bisogna acquistare un biglietto per visitarne l’interno, ma, se avete tempo, ne vale sicuramente la spesa (fate attenzione che spesso la coda all’ingresso è piuttosto lunga).

(Nel caso aveste più giorni a disposizione, è possibile acquistare un biglietto cumulativo, valido due giorni, per un ingresso al Colosseo, al Palatino e al Foro Romano)

 

Il Foro Romano

Proseguiamo su Via dei Fori Imperiali, vestigia della Roma antica, dove potrete ammirare una serie di piazze  monumentali costruite per celebrare la grandezza degli imperatori del passato.

 

Il Foro Romano

Qui troverete l’ingresso principale al Foro Romano, al quale consiglio vivamente una visita.

Situato tra il Palatino e il Campidoglio, ha rappresentato per secoli il centro dell’attività sociale, politica e religiosa dell’antica Roma.

Come il Colosseo, il Foro Romano merita una visita, ma fate attenzione alle code all’ingresso che possono portare via molto tempo!

 

 

 

Piazza Venezia

L’Altare della Patria

Percorrendo Via dei Fori Imperiali fino in fondo, arriverete a Piazza Venezia, dove potrete ammirare l’Altare della Patria, monumento nazionale a Vittorio Emanuele II, primo re d’Italia, e la tomba del Milite Ignoto.

La piazza è nota anche per essere stata teatro dei discorsi di Benito Mussolini in periodo fascista.

 

 

 

 

Pantheon

Percorrete ora tutta Via del Corso e svoltate poi in Via del Seminario, in fondo alla quale troverete il Pantheon.

Costruito nel 27 a.C. come tempio dedicato a tutte le divinità, fu ricostruito nel 120 d.C.  dall’imperatore Adriano e successivamente trasformato in basilica cristiana.

La sua cupola di 43,44 m, una delle più grandi al mondo, presenta un ovulo centrale che permette il passaggio dei raggi del sole al suo interno, e rappresenta un punto di contatto tra gli Dei e gli uomini.

Merita sicuramente una veloce visita al suo interno.

 

Piazza Navona

Proseguendo, in pochi minuti arriverete a Piazza Navona, una delle più famose di Roma.

Qui potrete ammirare la Fontana dei Quattro Fiumi, di Gian Lorenzo Bernini, la chiesa di Sant’Agnese in Agone, di Francesco Borromini, e Palazzo Pamphilj.

La leggenda racconta che, in seguito alla rivalità tra Gian Lorenzo Bernini e Francesco Borromini, nel costruire la Fontana dei Quattro Fiumi il Bernini abbia scolpito il Nilo con una benda sugli occhi per non vedere “l’orribile” chiesa di Sant’Agnese in Agone (opera del rivale) e il Rio della Plata con una mano protesa in avanti come a proteggersi dal “crollo imminente” della chiesa.

 

La Fontana di Trevi

La Fontana di Trevi

Procedendo adesso in senso opposto, fino ad incontrare via delle Muratte, arriverete alla famosissima Fontana di Trevi, resa celebre dal famoso bagno nella fontana di Anita Ekberg ne “La dolce vita”.

La leggenda narra che chi lancia una monetina nell’acqua dando le spalle alla fontana tornerà sicuramente a Roma. Ed è proprio grazie a questa leggenda, che il Comune di Roma ogni anno raccoglie circa 600 mila euro in monetine dalla fontana, destinandoli in progetti di Solidarietà della Caritas.

 

Piazza di Spagna

Dalla Fontana di Trevi, in circa 10 minuti, arriverete a Piazza di Spagna.

La piazza è uno dei luoghi più iconici di Roma, qui potrete ammirare la scalinata di Trinità dei Monti e la Fontana della Barcaccia, scolpita da Pietro Bernini nel 1627.

 

Basilica di San Pietro

Vista sul Vaticano dal Lungotevere

Se avete ancora tempo ed energie in corpo, vi consiglio di proseguire verso il Lungo Tevere, passando davanti a Castel Sant’Angelo, fino ad arrivare a Piazza San Pietro.

Lasciatevi incantare dal colonnato del Bernini e dal “cupolone”. All’interno della Basilica di San Pietro troverete dei tesori quali: la cupola, progettata da Michelangelo; il baldacchino in bronzo e il monumento funebre di Papa Urbano VIII, realizzati dal Bernini; la Pietà di Michelangelo; il monumento a Clemente XIII del Canova; e per finire il mosaico della Navicella di Giotto.

 

Qui termina la nostra “passeggiata” per le vie di Roma. Per visitare meglio la città ovviamente sono necessari molti giorni, ma spero che questo spunto iniziale vi possa essere utile per apprezzare le meraviglie della nostra capitale.

 

Come raggiungerla

  • Aereo: la città è ben collegata all’aeroporto di Fiumicino attraverso bus e treni
  • Treno: numerosi treni collegano Roma col resto d’Italia
  • Macchina: conviene posteggiare la macchina in una delle tante autorimesse fuori dal centro e proseguire con i mezzi pubblici

 

Come muoversi all’interno della città

Consiglio vivamente di utilizzare i mezzi pubblici (ATAC) per muoversi all’interno della città, in particolare la metropolitana.

 

Roma a piedi in un giorno, la mappa del percorso:

 

 

Ecco per te 20 CONSIGLI PRATICI che ti cambieranno le vacanze!

2 Comments

    1. Con questo percorso ti fai un bella “infarinatura” generale… Poi ovviamente puoi personalizzarlo a tuo piacere, deviare dalle vie principali e andare alla scoperta di angoli meno famosi! 😉

Lascia un commento!