Il borgo medievale di Grazzano Visconti

Il borgo di Grazzano Visconti sorge nel bel mezzo della campagna piacentina, all’interno del comune di Vigolzone, ed è ancora oggi conservato in perfetto stile medievale, con le sue torri, il castello, le mura ed il fossato che le circonda.

Le sue origine risalgono al 1395, quando Giovanni Anguissola, marito di Beatrice Visconti, diede il via alla sua costruzione.

Venne negli anni tramandato di generazione in generazione all’interno di quella che è una delle più importanti famiglie nella storia italiana: i Visconti di Milano.

Nei primi anni del ‘900 il conte Giuseppe Visconti si occupò di restaurare il borgo in stile quattrocentesco e riportarlo al suo splendore originario.

Da allora Grazzano Visconti venne nominata città d’arte e, grazie alla sua architettura, ai festival e ai suggestivi negozi e botteghe che richiamano atmosfere passate, attira ogni anno visitatori da ogni parte d’Italia.

 

Cosa vedere a Grazzano Visconti

Grazzano Visconti

Seppur di dimensioni ridotte, il borgo di Grazzano Visconti risulta affascinante e ricco di scorci suggestivi.

Tutte le costruzioni all’interno delle mura sono conservate in stile medievale, con portoni in legno, dettagli in ferro battuto e decorazioni, come per esempio l’affresco dell’Annunciazione dipinto sulla facciata di uno dei palazzi che danno sulla piazza. intitolata a Gian Galeazzo Visconti. Qui si trovano anche una fontana ed un piccolo pozzo rosa. La piazza è inoltre circondata da un’imponente torre merlata e dal Palazzo Podestarile.

L’unico edificio a distinguersi per stile è l’ex asilo, edificato in stile liberty per volere della moglie del conte Visconti per celebrare la miracolosa guarigione del figlio.

Il Castello di Grazzano Visconti, da cui partí la costruzione del borgo intero, è l’unico edificio sopravvissuto intatto al passare dei secoli, ed è costituito da quattro torri che circondano la corte interna.

Nonostante alcuni restauri, il castello conserva ancora oggi il suo fascino medievale e si narra venisse utilizzato dai ghibellini come rifugio, grazie al fossato che lo circonda e ne permette la difesa, e fu teatro di innumerevoli impiccagioni.

Attorno al castello si sviluppa un bel parco all’italiana, ricco di tassi, faggi e tigli ed arricchito da statue e da fontane. È abitato dai molti uccelli che cinguettano nelle belle giornate di sole oltre che da scoiattoli, tassi e volpi.

Il parco è arricchito anche da un antico orto, all’interno del quale si trova il Butterfly Heaven, dove vivono migliaia di farfalle, e dall’unico osservatorio in Italia, dove praticare Owl Watching, in cui è possibile scorgere i gufi con regolarità.

Il mio consiglio, in ogni caso, è quello di non perdersi troppo in tecnicismi architettonici, ma aggirarsi per il borgo e lasciarsi influenzare dall’atmosfera magica e misteriosa che lo avvolge, soprattutto nei momenti di quiete.

Puoi anche consultare il sito grazzanovisconti.com per maggiori informazioni.

 

Sei in cerca di un luogo dove pernottare nei dintorni?

Cliccando su questo link trovi un’ampia selezione di alberghi e B&B a Piacenza e provincia!

 

La leggenda di Aloisa

Ovviamente un borgo medievale come quello di Grazzano Visconti non può non essere legato alla leggenda di un fantasma.

Quella che si tramanda di generazione in generazione è la leggenda di Aloisa e del suo triste destino.

Si narra difatti dell’esistenza della paffuta Aloisa, sposa di un capitano di milizia, che venne tradita proprio dal marito e morí a causa dell’immenso dolore provato.

Da allora il suo fantasma si aggira tra il parco ed il castello, facendo dispetti a chiunque si permetta di passeggiare di notte nella sua dimora senza prima averle offerto un dono. Proprio per questo motivo la sua statua la rappresenta ricoperta di gioielli.

 

Cosa fare a Grazzano Visconti

Grazzano Visconti

Grazzano Visconti si presta sia per un giretto rilassante nelle belle giornate di sole, magari con una sosta in uno dei locali che si trovano all’interno delle mura, sia per partecipare ai numerosi festeggiamenti che si susseguono durante l’anno.

Gli eventi qui non mancano e tra questi sono degni di nota: i Cortei storici, le Notti di Fiaba, la Notte di Aloisia, il Festival dei Gufi, il Festival dei Gatti, il Torneo del Biscione ed i Mercatini di Natale.

Puoi consultare il sito di Grazzano per maggiori informazioni sulle manifestazioni in programma.

 

 

Festeggiare Halloween a Grazzano Visconti

Per gli amanti dei travestimenti e delle tenebre si avvicina il momento più entusiasmante dell’anno: Halloween! Quale modo migliore di festeggiarlo se non passando la festività in un antico borgo medievale?

Ogni anno, per la notte di Halloween, Grazzano Visconti si risveglia e fa da cornice alla festa più “mostruosa” dell’anno, in cui il travestimento è d’obbligo per ricreare la particolarissima atmosfera per cui è famoso.

Tra giochi per i più piccini, letture dell’orrore, musica, spettacoli e stand gastronomici, gli amanti di Halloween non potranno che lasciarsi travolgere dai festeggiamenti.

Clicca qui trovi maggiori informazioni sul Festival di Halloween.

 

Come arrivare a Grazzano Visconti

  • In auto: uscire al casello autostradale di Piacenza Sud, proseguendo poi verso Stadio e imboccare la provinciale 654 Valnure – Bettola – Grazzano Visconti.
  • In treno: scendere alla stazione di Piacenza, poi prendere un autobus della linea suburbunana (quella arancione) in direzione Ponte Carmiano oppure un autobus della linea blu  extraurbana in direzione Bettola o Selva, quindi scendere alla fermata Grazzano Visconti

 

Sei in cerca di un luogo dove pernottare nei dintorni?

Cliccando su questo link trovi un’ampia selezione di alberghi e B&B a Piacenza e provincia!

Lascia un commento in fondo a questa pagina e fammi sapere come è andata la tua visita a Grazzano Visconti!

Conosci altri luoghi in cui festeggiare Halloween? Racconta! Sono in cerca di nuove idee!

Buon divertimento!

In cerca di altre mete in Italia? Vieni a vedere le mie proposte!

9 Comments

  1. Non ci sono mai stata in questo borgo ma ne ho sentito parlare, però non sapevo la storia del fantasma di Aloisa. Il tuo post mi ha suscitato molto interesse 🙂

  2. Se ti è piaciuto Grazzano Visconti che, più che restaurato è ricostruito, prova ad andare a Castell’Arquato o Pieve Vigoleno, che sono i due veri gioielli medievali autentici della Provincia di Piacenza. Io lì ho adorati.

    1. Grazie per il consiglio! Dovevo andarci l’estate scorsa, ma alla fine, per mancanza di tempo, sono andata a Grazzano che era di strada! Li terrò sicuramente a mente per la prossima volta!

  3. Sono stata a Grazzano Visconti diverse volte da piccolina con la mia famiglia… ne ho ricordi bellissimi! Se ti servono idee per Halloween qui nelle Marche abbiamo Corinaldo che è considerata la capitale italiana di Halloween… si festeggia per una settimana. Io personalmente amo questo borgo in altri periodi dell’anno (è uno dei Borghi più belli d’Italia), ma per gli appassionati di questa festa è una meta irrinunciabile. : )

  4. Questo borgo medievale davvero una piccola bomboniera Tra l’altro organizzano sempre anche degli eventi molto carini

  5. Abbiamo avuto modo di visitare questo meraviglioso borgo in occasione del Festival dei Gufi immergendoci in una realtà totalmente parallela alla quotidianità e mi piacerebbe moltissimo tornarci per assaporarne le stesse atmosfere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.