Cosa vedere a Trani: tra mare, arte e cultura

Trani è stata per me una vera e propria rivelazione. Un colpo di fulmine.

Ricca di tradizione e luoghi di interesse storico e culturale, la cittadina di mare sa affascinare subito fin dal primo sguardo con il suo porto caratteristico, i bei locali, i palazzi nobiliari ed il suo centro storico ricco di sorprese dietro ogni angolo.

Ci troviamo a nord di Bari, sulla costa adriatica, in una città dalle origini antichissime che risalgono addirittura alla Preistoria.

Durante il corso della storia, Trani si distinse come importante centro romano, per poi passare sotto il dominio bizantino durante il Medioevo e divenne infine sede vescovile.

È molto semplice visitare Trani in un giorno, cosí come ho fatto io, per via del suo centro compatto e facilmente visitabile a piedi.

Vi devo avvisare però che al termine della giornata non vorrete più andarvene!

Ecco quindi cosa vedere a Trani sia che abbiate una sola giornata a disposizione, sia che decidiate di fermarvi più giorni.

Cosa fare a Trani

Cosa fare a Trani

Complice anche il clima mite tipico pugliese, Trani si presta per essere visitata un pò in tutte le stagioni.

La città mi ha conquistata fin dal primo colpo d’occhio, con i pescherecci blu attraccati in porto e la pietra bianca degli edifici che riflette i raggi del sole, creando un meraviglioso gioco di contrasti con l’azzurro del mare e del cielo.

Il suo centro storico è piuttosto compatto e si gira molto facilmente a piedi nel corso di una giornata.

Vediamo quindi cosa fare a Trani.

Cosa fare a Trani: una passeggiata nel porto

Il porto turistico di Trani è, secondo me, uno dei primi luoghi che dovete visitare quando arrivate in città.

A me è bastato uno sguardo dall’alto in una bella giornata di sole per rimanere incantata. Ancora prima di cominciare a visitare Trani.

Antico centro commerciale della città, il porto è ancora oggi uno dei principali luoghi di ritrovo.

Gli alberi delle barche a vela svettano sulle altre imbarcazioni, creando bellissimi riflessi sull’acqua, e il bianco e il blu intenso dei pescherecci ben tenuti dona quell’atmosfera magica che solo le città di mare sanno avere.

È il luogo ideale per approfittare di una bella giornata per farsi due passi in completo relax.

Sul porto di Trani affacciano l’importante Palazzo Caccetta e la Chiesa di Ognissanti.

Porto di Trani

Cosa fare a Trani: una passeggiata nella Villa Comunale

La Villa Comunale di Trani è un meraviglioso giardino affacciato sul mare in cui è possibile passeggiare all’ombra degli alberi e godersi qualche momento di relax.

Al suo interno è possibile avvistare alcuni pappagalli che si nascondono tra le fronde degli alberi e pesci e tartarughe che nuotano nelle vasche delle fontane.

Dalla Villa Comunale si può accedere anche al Fortino, una grande terrazza panoramica da cui ammirare la città ed il porto dall’alto.

Vista dal Fortino di Trani
Vista dal Fortino

Cosa fare a Trani: visitare il centro storico ed il quartiere ebraico

Il centro storico di Trani è un vero e proprio labirinto di vie che si intersecano tra loro, dandoti l’impressione di essere entrato in un’altra epoca.

Ricco di edifici in pietra bianca, il centro storico, all’interno del quale si trova anche il quartiere ebraico, è il luogo ideale per “perdersi” tra le vie e lasciarsi guidare dalla curiosità, immergendosi nell’atmosfera unica della città.

In questo intrico di vie si possono incontrare numerosi palazzi nobiliari e chiese antiche, tra cui la Chiesa di San Francesco, la Chiesa di Sant’Andrea, la Chiesa di Santa Chiara e la Chiesa di San Giacomo, al cui interno è possibile visitare la cripta contenente le reliquie di San Nicola Pellegrino.

Attraversando la Porta della Giudecca si accede al quartiere ebraico di Trani, che si sviluppa lungo le antiche mura della città e attorno a Via la Giudea.

Solo due delle quattro sinagoghe edificate in questo quartire sono giunte fino ai giorni nostri, ossia la Sinagoga di Santa Maria di Scolanova e la Sinagoga di Sant’Anna, al cui interno si trova il Museo Ebraico.

Centro storico di Trani

Cosa vedere a Trani: la cattedrale

La cattedrale di Trani, dedicata a Nicola il Pellegrino, è senza dubbio uno dei luoghi simbolo della città.

Si raggiunge percorrendo le vie strette del centro storico, le quali si aprono improvvisamente sulla piazza affacciata sul mare e sull’imponente cattedrale che si staglia contro il cielo.

È interamente costruita in pietra di Trani, ossia una pietra dal colore bianco-rosato che nei giorni di sole intenso risulta quasi abbagliante e crea un bellissimo gioco di colori con il blu del mare.

La cattedrale, magnifico esempio di romanico pugliese, fu edificata a partire dal XII secolo ed oggi si presenta come l’unione di tre chiese unite l’una con l’altra nel passare dei secoli.

Il maestoso campanile alto circa 60 metri fu invece edificato solo nel XIII secolo ed offre la possibilità di ammirare la città dall’alto.

La cattedrale di Trani

Cosa vedere a Trani: il museo diocesano

Il Museo Diocesano di Trani è ospitato all’interno di Palazzo Lodispoto, proprio a fianco alla Cattedrale.

Al suo interno si possono trovare sculture, tombe, capitelli ed altri reperti storici di carattere religioso, tra cui un altare del Trecento e le tavole con San Nicola di Mira e Girolamo, San Magno e San Redento.

Cosa vedere a Trani: il Castello Svevo

Proseguendo lungo la costa si incontra il castello Svevo di Trani, commissionato da Federico II nel 1233 e poi modificato nel Cinquecento.

Il Castello di Trani è situato in una posizione strategica sul mare e in origine si presentava come un classico forte difensivo a pianta quadrata, con un ponte levatoio che ne consentiva l’accesso.

Fu per secoli uno dei caposaldi del sistema castellare federiciano e ospitò più volte Manfredi, figlio di Federico II.

Con il susseguirsi delle dominazioni sulla città, il Castello passò prima sotto il controllo degli Angioini ed in seguito degli Aragonesi.

Il Castello Svevo di Trani

Cosa vedere a Trani: il Palazzo delle Arti Beltrani

Il Palazzo delle Arti Beltrani è il più importante centro culturale della città.

Il suo Museo ospita collezioni di vario tipo tutte collegate alla storia artistica e culturale della città.

Al suo interno si trova difatto la Pinacoteca Comunale, dipinti e sculture risalenti all’Ottocento e ai primi del Novecento e ospita regolarmente mostre mostre di grande pregio.

Le spiagge di Trani

Le coste pugliesi sono ricche di meravigliose località balneari e Trani non fa eccezione.

Nei dintorni di Trani è difatti possibile trovare moltissime spiagge in cui godersi le calde giornate estive, regalando anche una grande varietà di lidi: sabbia, ciottoli o pietre, c’è l’imbarazzo della scelta quando si tratta di scegliere dove andare in spiaggia a Trani!

Cosa vedere nei dintorni di Trani

Trani è un ottimo punto di appoggio anche per visitare tutta la zona della provincia di Barlatta-Andria-Trani.

Dalle escursioni naturalistiche alle visite culturali, i dintorni di Trani offrono intrattenimento per tutti i gusti.

Da non perdere una visita a Barlettaper ammirare il centro storico ed immergersi nella movida cittadina.

Da non perdere assolutamente è la visita a Castel del Monte, tanto spettacolare all’esterno, quanto emozionante e ricco di storia e mistero al suo interno.

Merita una visita anche Margherita di Savoia, con le sue spiagge, il centro termale, le Saline più grandi d’Europa e la possibiltà di avvistare i fenicotteri rosa.

Per non parlare poi della possibilità di visitare rovine antiche, siti storici, musei, siti religiosi, parchi naturali e fare belle passeggiate e tour culturali.

Cosa fare a Margherita di Savoia
Le Saline di Margherita di Savoia

Dove dormire a Trani

Trani offre ottime strutture di accoglienza turistica per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Qui è possibile trovare sia hotel che possibilità di pernottamento extra alberghiero, con strutture in grado di soddisfare tutte le esigenze.

Come arrivare a Trani

Come arrivare a Trani in auto

Arrivando da Nord, si percorre l’autostrada A14 Bologna Taranto e si esce al casello di Trani.

Arrivando da Sud conviene percorrere la SS106 fino a Taranto e poi prendere l’autostrada A14 fino a Trani.

Come arrivare a Trani in treno

A Trani è presente una stazione ferroviaria ben collegata con il resto della regione.

Come arrivare a Trani in aereo

L’aeroporto più vicino è quello di Brindisi Casale o Bari Palese, dai quali si può raggiungere la stazione di Bari tramite navetta e proseguire per Trani in treno.

Ringrazio l’Agenzia per l’Occupazione e lo Sviluppo dell’Area Nord Barese/Ofantina e la ProLoco Margherita per avermi dato la possibilità di scoprire Margherita di Savoia e le sue meraviglie.

Cosa vedere a Trani lungomare

Ti è piaciuto l’articolo? Hai altri suggerimenti su cosa visitare a Trani e dintorni?

Lasciami un commento qui sotto!

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.