Come finanziare i tuoi viaggi con le rendite passive

Viaggiare sempre senza dover lavorare è un pò il sogno di tutti (anche il mio!). Peccato che, nella maggior parte dei casi, sia solamente un’utopia. Negli ultimi anni sono moltissimi gli influencer che giurano di aver trovato la formula magica grazie alle rendite passive. Ma cosa sono? È davvero cosí facile generare guadagni automatici senza fare nulla? Non esattamente, ma partiamo dal principio.

Cosa sono le rendite passive

Si definiscono rendite passive tutte quelle entrate che avvengono in maniera automatizzata, o che comunque non richiedono un impegno di tempo ed energie continuativo da parte di chi le percepisce.

Detto cosí sembrerebbe un sogno, la formula magica per guadagnare senza lavorare. Purtroppo non funziona cosí. Nella maggior parte dei casi, infatti, per riuscire a generare una rendita passiva soddisfacente servono molti sforzi e investimenti, sia di denaro che di energie. Non per questo vanno demonizzate, anzi!

Ottenere guadagni passivi sufficienti per vivere senza lavorare potrebbe magari non essere alla portata di tutti. Ma sicuramente è possibile riuscire a generare delle entrate costanti da affiancare al nostro stipendio lavorativo, che ci permettano di fare qualche viaggio in più e levarci qualche sfizio.

È davvero possibile guadagnare mentre si viaggia?

Per esperienza personale, garantisco che guadagnare mentre si viaggia è assolutamente possibile. Non è però così banale e immediato come si possa pensare. Esistono tre soluzioni per guadagnare soldi anche mentre sei in viaggio.

Il primo sono le rendite passive, che, come abbiamo visto, una volta avviate richiedono da parte nostra un minimo sforzo per continuare a generare entrate costanti. Un esempio potrebbero essere le rendite derivanti da immobili messi in affitto.

È poi possibile trovare delle attività, come per esempio l’affiliate marketing e i video su Youtube, che richiedono sì un impegno costante ma, al tempo stesso, una volta avviati continuano a generare utili anche nei giorni in cui non lavoriamo.

Infine c’è il lavoro in remoto, che al contrario dei due precedenti, richiede invece un impegno costante diverse ore al giorno. La differenza rispetto ad un lavoro classico è che potremo lavorare ovunque nel mondo, senza bisogno di doverci recare in ufficio ad orari prestabiliti.

Come generare rendite passive: 8 metodi

Guadagnare per viaggiare è l’obiettivo di tutti gli appassionati di esplorazioni in giro per il mondo. Come abbiamo visto, generare rendite passive per viaggiare e riuscire ad avere il tempo di goderci la vita è possibile. Non vorrei però che passasse il messaggio che tutto ciò è possibile con un semplice schiocco di dita. Nella vita nessuno regala niente e, come ogni forma di guadagno, anche la rendita passiva va sviluppata, coltivata e costantemente monitorata. Vendiamo quindi come generare rendite passive e quali sono i migliori metodi per ottenere entrate automatiche.

Affittare immobili

Affittare immobili è il metodo più facile e al tempo stesso più difficile per generare rendite passive. Cosa intendo? Se sei già così fortunato da essere proprietario di alcuni immobili, allora potrai passare direttamente alla fase operativa, mettendoli a reddito tramite affitti a lungo termine oppure tramite affitti vacanze. Se invece vuoi acquistare un immobile per metterlo a reddito, dovrai seguire prima tutto l’iter per guadagnare i soldi per l’acquisto, chiedere un mutuo alla banca, interfacciarti con le agenzie immobiliari e trovare una casa che possa fare al caso tuo.

Qui però si pone un ulteriore problema: gli immobili in affitto (sia a breve che a lungo termine) hanno bisogno di costante manutenzione e “sorveglianza”. Serve idealmente quindi una persona che sia fisicamente presente per gestire praticamente l’immobile e supervisionare la risoluzione di tutte le problematiche che potrebbero manifestarsi (guasti, rotture, ecc).

Una soluzione potrebbe essere affidarsi ad un servizio di instant renting come Freedhome, che mette a tua disposizione un Property Manager certificato che si occuperà a 360 gradi del tuo immobile, permettendoti di ottenere rendite sicure e continuative senza nessuno sforzo da parte tua.

Chi è il Property Manager? È una figura professionale che si occupa della gestione dell’affitto del tuo immobile, promuovendolo e ricercando affittuari, gestendo i rapporti con gli inquilini, gestendo check-in e check-out nel caso di affitti brevi, sbrigando la burocrazia e supervisionando la manutenzione della casa.

Come guadagnare con Freedhome? Compila il form gratuito e senza vincoli specificando le caratteristiche del tuo immobile e visualizza le offerte presenti sul portale. Una volta scelto il Property Manager a cui affidare la gestione del tuo immobile potrai iniziare a ottenere rendite passive già nel giro di pochi giorni.

PRO

Guadagni interessanti

Minimo sforzo

CONTRO

Difficile da gestire in autonomia mentre si viaggia

Bisogna possedere già un immobile oppure acquistarlo

Affiliate marketing e dropshipping

Gudagna con dropshipping e affiliate marketing
Gudagna con dropshipping e affiliate marketing

Quando si parla di rendite passive derivanti dal web bisogna fare alcune precisazioni. Sebbene attività come l’affiliate marketing ed il dropshipping vengano sempre incluse nelle forme di guadagno passivo, in realtà rientrano in una soluzione intermedia. Mi spiego meglio. È vero che molte attività online generano entrate passive, ma non è vero che non richiedono sforzo da parte nostra. Anzi!

L’affiliate marketing prevede l’inserimento di link su di un sito web: quando gli utenti cliccano sul link e completano un acquisto, al proprietario del sito viene riconosciuta una percentuale variabile sulla vendita. Li utilizzo a volte anch’io per supportare le spese del blog e promuovere alcuni prodotti o servizi che ho particolarmente apprezzato e posso assicurare che non è per nulla facile generare guadagni a questo modo! È inoltre importante fare attenzione ai prodotti che si propongono: il rischio di perdere la fiducia degli utenti è sempre dietro l’angolo!

Il dropshipping invece consiste nella creazione di un negozio virtuale, un ecommerce, che però non preveda la necessità di avere un magazzino fisico. Questo significa che si farà da intermediari tra il produttore e l’acquirente, ma il prodotto fisico verrà spedito direttamente dal produttore. Facile solo a parole, ma certamente non nella pratica!

PRO

Guadagni potenzialmente alti

Massima libertà di gestione

CONTRO

Richiedono continue attenzioni

Non sempre i guadagni sono garantiti

Vendere info-prodotti o servizi online

Come generare entrate passive mentre viaggi
Generare entrate passive mentre viaggi con gli info-prodotti

Se hai spiccate competenze in un determinato ambito, potresti pensare alla vendita di info-prodotti o servizi online. Per info-prodotti si intendono corsi, ebook, podcast e simili. Si tratta quindi di prodotti virtuali, sia scritti che video, che vengono generati una volta e venduti ad oltranza.

Anche in questo caso, detto così sembra semplice, ma la realtà è ben diversa. Il prodotto deve essere innanzitutto ben fatto ed interessante. Bisogna poi assicurarsi di promuoverlo attivamente e continuamente sui social e online per assicurarsi vendite continue.

Gli info-prodotti e i servizi online possono essere venduti su piattaforme proprietarie, come per esempio una sezione specifica del tuo sito web, oppure tramite piattaforme di vendita come Udemy.

PRO

Guadagni passivi potenzialmente alti

Massima libertà di gestione

CONTRO

Servono le compente necessarie per creare un info-prodotto

Il corso/ebook/podcast va promosso continuamente

Youtube

Come guadagnare con Youtube
Come guadagnare con Youtube

Ti sei mai chiesto come fanno gli Youtuber a guadagnare? I metodi sono due e, come ormai avrai capito quando si parla di guadagnare online, definirla rendita passiva è forse un pò forzato.

Il primo metodo è tramite le visualizzazioni. Ogni 1000 visualizzazioni circa viene riconosciuta una percentuale derivante dagli spazi pubblicitari che lo youtuber mette a disposizione all’inizio e nel mezzo del proprio video. Più visualizzazioni ottiene il tuo video, più soldi riuscirai a guadagnare. Si tratta sì di una rendita passiva, ma bisogna mettere in conto il tempo necessario per creare, editare e pubblicare il video sulla piattaforma.

L’altro metodo più comune per guadagnare su Youtube sono le sponsorizzazioni. Potrebbe essere un brand che ti paga per mostrare il proprio prodotto o servizio in video, oppure un’attività che ti ospita (o ti paga) per apparire in video. Questa però non è una rendita passiva, in quanto dovrai proporre un format che sia interessante per il tuo pubblico e, al tempo stesso, vantaggioso per l’azienda che ti paga per essere pubblicizzata.

PRO

Ottima vetrina per farsi conoscere

CONTRO

Per creare video sono necessari tempo, competenze e buona pianificazione

Investimenti e prodotti finanziari

Prodotti finanziari
Generare rendite passive con i prodotti finanziari

Su questo argomento non mi dilungherò troppo, in quanto devo ammettere la mia ignoranza in materia. Tuttavia, se hai dei soldi da parte, potresti pensare di generare rendite passive tramite investimenti. Tra le principali tipologie di strumenti finanziari trovi azioni, obbligazioni, fondi comuni di investimento, futures e molti altri ancora. Probabilmente sarà scontato, ma se come me non ti intendi della materia, ti consiglio vivamente di affidarti ad un consulente finanziario!

PRO

Guadagni passivi al 100% se ti affidi ad un consulente finanziario

CONTRO

Rischio variabile

Bisogna avere una buona base economica per riuscire ad ottenere guadagni interessanti

Criptovalute

Guadagnare con le criptovalute

Altro argomento delicatissimo, ma molto in voga negli ultimi anni, sono le criptovalute. Anche qui non mi dilungherò troppo. È un argomento che mi appassiona ma non ho le competenze per affrontarlo in maniera approfondita. Anche in questo caso ci tengo a sottolineare che il rischio legato all’investimento in criptovalute (o in NFT visto che vanno tanto di moda ora) è molto alto. Se non sai cosa stai facendo prova a parlare con un esperto del settore prima di rischiare di perdere tutti i tuoi risparmi.

Semplificando moltissimo il discorso, che io sappia al momento ci sono due metodi per generare rendite passive con le criptovalute (il trading non è una rendita passiva!): lo staking ed il semplice possesso con la speranza che il valore della criptovaluta che hai acquistato cresca nel tempo (e in questo secondo caso parlare di guadagno passivo non è nemmeno del tutto esatto).

PRO

Guadagni potenzialmente interessanti

CONTRO

Rischio alto

Royalties e diritti d’autore

Come ottenere rendite passive e viaggiare
Ottenere rendite passive mentre viaggi da royalties e diritto d’autore

Per chi ha estro creativo, potrebbe essere possibile generare rendite passive regolari sfruttando le proprie passioni.

Nello specifico potresti ottenere guadagni derivanti dal diritto d’autore tramite la diffusione di canzoni, libri, dipinti o fotografie, per esempio. Oppure dalle royalties provenienti dalla vendita di marchi e brevetti, o dalla creazione di software che potresti vendere o noleggiare tramite abbonamento mensile o annuale.

Anche in questo caso, inutile dire che ci vuole un certo talento, ottime capacità tecniche e un bel pò di fortuna per riuscire a creare un’opera o un prodotto in grado di generare guadagni degni di nota.

PRO

Guadagna con le tue passioni

CONTRO

Difficile generare entrate soddisfacenti

Amazon FBA e self-publishing

Come finanziare i tuoi viaggi con le rendite passive
Come finanziare i tuoi viaggi con le rendite passive tramite Amazon

Da qualche tempo è possibile guadagnare anche grazie ad Amazon (e non solo spendere!). Il primo metodo è Amazon FBA, che ti permette di creare un negozio online attraverso cui vendere prodotti senza doverti occupare della logistica. Il secondo invece è il self-publishing, attraverso cui potrai auto-pubblicare i tuoi libri, guide, ebook e audiolibri senza doverti proporre ad un editore.

PRO

Guadagna con le tue passioni

Vendi i tuoi prodotti senza occuparti della logistica

CONTRO

Difficile generare entrate soddisfacenti

Richiede continue attenzioni

Qual è il metodo migliore per generare rendite passive mentre viaggi?

Questi sono solo alcuni dei metodi più diffusi per generare rendite passive mentre viaggi. Come avrai capito, riuscire ad ottenere guadagni automatici senza doverti preoccupare della gestione quotidiana del tuo business non è affatto semplice. Ma come capire qual è il metodo migliore per te?

Sicuramente leggendo ti sarai fatto un’idea delle diverse attività e di quelle con cui hai più affinità. Ognuna di queste richiede almeno un minimo di esperienza e capacità, oltre che qualche sforzo iniziale. Inizia quindi con l’individuare quelle che sono le tue competenze e passioni. Da lì potrai iniziare a restringere il campo.

Come finanziare i tuoi viaggi con le rendite passive

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.